Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Opinioni

Tra palco e realtà...

Cosa succede ai ventenni? Queste leve nate sul morire degli anni Ottanta o nella prima metà dei Novanta sembrano inadatte a vestire i panni degli adulti, incapaci di affrontare i problemi della vita
OPINIONI - È ancora aperta la ferita lasciata dalla tragedia accaduta nella giornata di martedì alla stazione di Novi Ligure, dove la 22 enne Monica Carosio è stata travolta da un treno in arrivo. Si è tolta la vita? Oppure è stato un incidente? La prima ipotesi, la più accreditata al momento, lascia spazio ad una domanda: cosa succede ai ventenni?
Davanti ad una tragedia di questa portata, con una giovane che decide di buttare al vento il suo futuro nel modo più irreparabile, come quasi coetanea e aspirante giornalista, vorrei provare ad affrontare un tema così delicato, proprio in questo momento, con tutta l’umiltà possibile, per tentare di capire meglio se questo triste fatto di cronaca possa essere sintomo delle problematiche di una intera generazione.
Queste leve nate sul morire degli anni Ottanta o nella prima metà dei Novanta sembrano inadatte a vestire i panni degli adulti, incapaci di affrontare i problemi della vita. Questa sarebbe probabilmente la risposta che darebbero genitori, zii, nonni. Qualcuno aggiungerebbe pure “Un po’ di militare farebbe bene”. I più agguerriti tirerebbero fuori un “Servirebbe un po’ di ’15 – ‘18”, nonostante la prima guerra mondiale non l’abbiano di sicuro potuta vedere. Queste sono, ad esempio, le risposte che darebbe mia nonna. E sì, come già accennato, chi scrive è ancora vicina ai vent’anni. Abbastanza da poter dire che non è questa, non è solo la cronica mancanza di responsabilità di cui veniamo accusati, la causa del disagio che sembra segnare la nostra generazione. È il vivere in sospeso.
Luciano Ligabue, in un famoso brano estratto dall'album “Su e giù da un palco”, datato 1997, parla di vita “Tra palco e realtà”. Si può dire che i ventenni d’oggi vivano tra sogno e realtà, ma ancor peggio tra immagine e realtà. Sempre in lotta tra ciò che dovremmo essere e cosa siamo. Illusi dalla promessa che un percorso universitario, costellato di master e esperienza all’estero, ci avrebbe regalato il futuro che i nostri genitori ci hanno prefigurato, rendendoci “migliori” di una generazione della quale ci troviamo ad invidiare le certezze.
Ingabbiati in quella che si potrebbe chiamare la sindrome, più che la febbre, del sabato sera. Quella della discoteca, che ci spinge a mostrarci belli, disinibiti e quasi invincibili nei locali, per poi lasciarci incapaci di affrontare la solitudine della domenica mattina, con i postumi lasciati da troppi cocktail, la maschera della sera prima riposta nel comodino, affetti da un romanticismo, dalla voglia di un amore vero, da cui fingiamo di non essere stati contagiati. Vittime di una società che ci illude di poter essere giovani per sempre, che ci chiede di crescere, ma non ci ha insegnato a farlo. Chiusi, come direbbero i Subsonica, “in un incerto compromesso tra l’anima ed il suo riflesso”.
 
28/11/2013

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Case vuote, persone senza casa
Case vuote, persone senza casa