Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
L'opinione

La vita che fa

Pubblicata lunedì scorso, 5 dicembre, la tradizionale classifica annuale sulla “qualità della vita” nelle 107 province italiane. Contrariamente agli impatti dei tempi d’oro, adesso la mole di dati presentata viene archiviata nel giro di pochi giorni

Lunedi 5 dicembre il “Sole-24Ore” pubblica la ormai tradizionale classifica annuale sulla “qualità della vita” (2011) nelle 107 province italiane, identificate con i rispettivi capoluoghi. Contrariamente agli impatti dei tempi d’oro, allorché gli esiti di tale classifica – miglioramenti o peggioramenti, anche vistosi, intervenuti da un anno all’altro – trascinavano commenti e polemiche per più settimane, adesso, dopo due o tre giorni, la piccola alluvione statistica (3.852 dati base) era già archiviata.

Alla lunga c’è probabilmente un che di stancante e/o ripetitivo, in questa pur popolare classifica, che si accompagna ad una crescente disattitudine degli ambienti politici, lato sensu, all’esame critico delle statistiche, di quello che dicono o non dicono. Si affievoliscono le dichiarazioni enfatiche di chi ( sindaci ed esponenti vari locali)  ha scalato la classifica, ma anche le spiegazioni, le giustificazioni di chi ha perso posti rispetto alla precedente edizione. Così ad Alessandria; pur in presenza di un significativo salto in avanti (dal 72° al 57° posto), ancorché all’interno di un’endemica collocazione in fascia medio-bassa.
 

Neanche il recente tentativo, del giornale, di ravvivare l’interesse alla classifica affiancando, ai dati dei conteggi “obiettivi”, la rilevazione, in aperta dialettica interna, del “sentiment” o percezione dei cittadini sui fenomeni considerati, ha conferito nuovo vigore o sapore alla classifica, nonostante  emergano differenze anche significative tra dato statistico e percezione individuale (a chi dare maggior credito?).

Confluisce altresì, in questo calo d’attenzione, una critica di lungo corso, per quanto sottotraccia, degli esperti circa l’attendibilità metodologica e sostanziale dell’elaborazione, specie sotto il profilo della confrontabilità, nel tempo, degli indici o posizioni QV (qualità della vita).  Nondimeno, la pronta e larga disponibilità di dati statistici meno consueti, sia del “24Ore” che del concorrente “Italia Oggi”, sembra essere apprezzata, a fini pratici, da Centri di ricerca e proposta socio-economica impegnati sul campo: ad Alessandria vi hanno ricorso sia l’Università, in sede di “indagine diagnostica” per il Piano strategico comunale, che lo Studio Ambrosetti per l’operazione Monferrato & Provincia (punti di forza e punti di debolezza) promossa dalla Fondazione Pittatore.
 

Trattandosi comunque di una rilevazione consolidata (almeno dal 1992), famosa e di presumibile continuità, resta da segnalare che si sono a lungo occupati, qui da noi, di questa partita, Carlo Beltrame, Danilo Morselli e Bruno Soro.
 

12/12/2011

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Case vuote, persone senza casa
Case vuote, persone senza casa