Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Opinioni

La difesa del Trota

Lo sento come fatto naturale, come penso succeda alla maggior parte degli umani. Di fronte ad uno che cade in disgrazia, anche se ne ha combinato di “cotte e di crude”, mi viene non certo di giustificarlo, ma almeno di difenderlo, ricercando possibili attenuanti
Per la verità con Rosi Mauro faccio più fatica. Considerato il suo statuto fisiognomico e dopo averla vista trattare il Senato, di cui è vice/presidente, come il cocomeraro tratta i suoi avventori, urlando scompisciandosi e sbraitando per vendere dal banco predisposto sulla piazza, le sue angurie ed i suoi meloni; dopo averla vista in tale veste dal banco della presidenza della Camera alta, mi è venuto un terrore inedito che si ammalassero contemporaneamente Napoletano, Shifani e Fini ela Vice/presidente potesse fungere da capo dello Stato. Un terrore tanto vivo che non riesco a superarlo, al punto che perla Mauro, ancorché in disgrazia, non mi riesce di provare un minimo di umana comprensione.

Altra e diversa considerazione per Renzo Bossi, meglio conosciuto come il “Trota”. Non che non abbia le sue colpe, ma di colpe appunto si tratta; voglio dire, in senso mutuato dal diritto: nel Trota ci saranno colpe, ma non c’è dolo, perché non c’è consapevole malizia.

Si è appropriato di soldi che non gli appartenevano? Certo, ma tutti, a cominciare dal padre lo avevano assicurato che i ladri (rectius, i ladroni) risiedono tutti a Roma e comunque al sud della linea gotica e forse a sud del Po. E lui, il Bossi junior, mica risiede a sud del Po! Il che comporta di essere immune da ogni appropriazione illecita.

Combatte ad armi impari con la cultura? Anche qui l’esempio del padre viene seguito con ammirevole fedeltà, se il Miglio (Gianfranco, lo ricordate?) affermava tranquillo nelle interviste televisive che il Senatur non aveva mai letto un libro. E poi non sono mica solo i maggiorenti della Lega ad aver più volte affermato che “la cultura non si mangia”. Diciamola tutta; se c’è da “tagliare” sanno dove dirigersi anche gli uomini che della cultura dicono meraviglie; come quelli che, a testimonianza del Manzoni, per “impiparsi” (dice proprio così il nostro Alessandro nazionale) delle “gride” ne dicono un gran bene.

Lo so, il Trota da Consigliere regionale guadagnava 150.000 euro netti all’anno, quanto un professore di liceo guadagna in dieci anni: il bel risultato di una scuola che è sempre stata in cima al pensiero dei nostri governi! Ma si tratta della stessa cifra (scandalosa!) che guadagnano gli altri Consiglieri regionali della Lombardia. Mica è malizia dolosa del Trota se continuando colpevolmente a ripetere (purtroppo è capitato anche a noi) che in fondola Legaera partito radicato nel territorio, abbiamo permesso il successo di certe candidature. Avremmo dovuto ricordare, non solo come cattolici, ma nel nome della più autentica e laica umanità, che si trattava del radicamento nell’egoismo, nella indifferenza alla precarietà degli emarginati, nella banalizzazione della politica.

I bei risultati!

[Dal blog appuntialesssandrini.wordpress.com]
 
16/04/2012
Agostino Pietrasanta - redazione@alessandrianews.it

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Case vuote, persone senza casa
Case vuote, persone senza casa
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Grave episodio a Tortona
Grave episodio a Tortona
Sindacati in piazza contro il Governo: tagli inaccettabili alle pensioni
Sindacati in piazza contro il Governo: tagli inaccettabili alle pensioni
Ex Simple Minds trascinatori della festa di Capodanno
Ex Simple Minds trascinatori della festa di Capodanno
Inaugurato il Bosco Rotariano
Inaugurato il Bosco Rotariano