Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Opinioni

Judo… non solo sport

Il judo: non solamente un'attività sportiva ma una vera e propria educazione
OPINIONI - Navigando in internet, mi sono imbattuto in svariate “interpretazioni” del judo, in dichiarazioni che snaturano questa nobile filosofia di vita ed in commenti giornalistici, adatti a discipline prettamente sportive.
Per meglio far comprendere l’essenza del judo, vorrei esporre, per chi è estraneo all’argomento, qualche cenno storico.
Jigoro Kano fondò, nel 1882, un nuovo metodo di combattimento che prese il nome di Judo Kodokan, cioè: scuola dove si insegna la via della cedevolezza.
Jigoro Kano, professore universitario di Inglese ed economia, con ottime capacità pedagogiche, capì l'importanza di unire lo sviluppo fisico e le capacità nel combattimento, per la crescita intellettuale dei giovani.


Inizialmente eliminò dalla disciplina tutte le azioni di attacco armato che potevano causare ferimenti gravi agli allievi.

Successivamente, studiò e approfondì il Nage waza (tecniche di atterramento al suolo) ottenendo così un sistema di combattimento efficace e appagante. 

Il vero e proprio cambiamento rispetto al jujitsu si ebbe con la formulazione dei principi fondamentali che regolavano la nuova disciplina: il miglior impiego dell'energia fisica e mentale con l’obiettivo di crescere e progredire tutti insieme.
Attraverso la pratica del judo l'uomo migliora sé stesso e contribuisce al miglioramento della società.
Lo scopo finale del jujitsu era il raggiungimento della massima abilità nel combattimento, nel judo invece l'abilità è il mezzo per raggiungere "miglior impiego dell'energia". In quest’ultima arte marziale, si trovano due tipiche espressioni della cultura giapponese antica, Bun-bu, cioè la penna e la spada, la virtù civile e la virtù guerriera; in esso sono contenute 3 discipline: rentai (cultura fisica), shobu (arti guerriere), sushin (coltivazione intellettuale).


Come sosteneva Jigoro Kano, vi sono otto qualità che un judoka deve possedere:
• l'educazione
• Il coraggio
• La sincerità
• L'onore
• La modestia
• Il rispetto
• Il controllo di sé
• L'amicizia

A fronte di quanto sopra elencato, è abbastanza ovvio che non basta vivere il judo come attività sportiva ma, deve essere assimilato come una vera e propria educazione.
Un judoka deve saper conciliare le tecniche di combattimento, con la coscienza civile, l’appartenenza al gruppo, il rispetto per l’avversario e l’umiltà verso la stessa disciplina; un atleta può crescere nel corpo e nello spirito solo se ha la saggezza di riconoscere i propri limiti ed il coraggio per cercare di superarli.
Purtroppo non tutti maestri di Judo trasmettono, ai propri ragazzi, i principi fondamentali di Jigoro Kano; spesso preferiscono ottenere grandi risultati in gara, trascurando i più importanti traguardi morali.

Lontano dal voler fare del facile moralismo, mi farebbe davvero piacere constatare che gli atleti, dediti a questa splendida disciplina, oltre all’antagonismo sportivo manifestassero aspetti umani e civili, di un certo spessore.
In qualità di Maestro, mi auguro che ogni Judoka, degno di questo appellativo, non abbia in seno la voglia di scalare il podio, vantando le proprie peculiarità tecniche, ma l’intelligenza di vivere il Judo, abbracciando un grande e difficile stile di vita.
Concludo con un proverbio a me caro: ogni gregge ha il proprio pastore. Ogni judoka è lo specchio del proprio maestro.

12/06/2013
Claudio di Cristino Maestro 4°dan Judo Ances Novate asd - redazione@alessandrianews.it

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Case vuote, persone senza casa
Case vuote, persone senza casa