Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Opinioni

John Nash: una bellissima mente

Durante la cena sociale di un convegno me lo sono trovato di fronte allo stesso tavolo; tra una portata e l’altra si è parlato del suo equilibrio e lui, che per questo aveva vinto il premio Nobel, si è quasi schernito, affermando che considerava più originali i risultati sui problemi di contrattazione
OPINIONI - John Forbes Nash nasce a Bluefield, West Virginia, il 13 giugno del 1928. Nel 1948 si laurea in matematica al Carnegie Institute of Technology (attualmente Carnegie Mellon University); l’anno successivo vince una borsa di studio alla Princeton University, dove prosegue gli studi in matematica, in particolare sulla Teoria dei Giochi, per i quali nel 1994 gli viene assegnato il premio Nobel per l’Economia (con John Harsanyi e Reinhard Selten) per gli studi sull’equilibrio economico, attualmente noto come Equilibrio di Nash. Il 19 maggio 2015 riceve il premio Abel per la Matematica (con Louis Nirenberg) per gli studi sulle equazioni differenziali non-lineari alle derivate parziali. È morto con la moglie Alicia in un incidente stradale vicino Monroe Township, New Jersey, il 23 maggio 2015.

A margine di queste brevi note biografico-scientifiche si possono fare alcune osservazioni per meglio capire questa grande personalità. Per cominciare è opportuno ricordare che la lettera di presentazione scritta da Richard Duffin, suo relatore al Carnegie Institute of Technology, per entrare a Princeton conteneva una sola brevissima frase: “This man is a genius” (quest’uomo è un genio). A conferma di questo si può notare che i suoi scritti, che sono stati e tuttora sono alla base di centinaia di articoli scientifici, Equilibrium Points in n-person Games e The Bargaining Problem sono stati pubblicati nel 1950, un solo anno dopo il suo ingresso a Princeton. Nel 1959 gli venne diagnosticata la schizofrenia, che lo tenne per lungo tempo lontano dalla comunità scientifica internazionale.

Per la società americana, la storia di John Nash, ventenne prodigio che si ammala di una malattia mentale, che viene ricoverato, ma poi, superata la malattia, riprende la sua attività scientifica, è certamente molto significativa tanto che la sua storia ha ispirato il libro del 1998 A Beautiful Mind (Una bellissima mente) scritto da Sylvia Nasar a cui è seguito nel 2001 l’omonimo film di Ron Howard, con Russell Crowe (nella parte di John Nash) e Jennifer Connelly (nella parte della moglie Alicia).

Non mi soffermo sui contributi di John Nash alla Teoria dei Giochi, ma non si può omettere un brevissimo cenno ai suoi risultati. L’equilibrio di Nash traduce in termini matematici il concetto di equilibrio economico, cioè di una situazione in cui nessuno degli agenti che operano ha interesse ad essere l’unico che modifica il suo comportamento. Il problema di contrattazione presenta una metodologia generale che consente di risolvere i problemi di conflitto tra due agenti in modo da garantire ad entrambi un livello di soddisfazione accettabile.

Chiudo con un ricordo personale di John Nash, che ho avuto occasione di incontrare in numerosi convegni internazionali di Teoria dei Giochi. Era il 1996 ed eravamo a Bergamo e durante la cena sociale del convegno me lo sono trovato di fronte allo stesso tavolo (foto a destra); tra una portata e l’altra si è parlato del suo equilibrio e lui, che per questo aveva vinto il premio Nobel, si è quasi schernito, affermando che considerava più originali i risultati sui problemi di contrattazione.


(foto in alto: Peter Badge / Typos1)
25/05/2015
Vito Fragnelli, Professore Associato di Teoria dei Giochi - Università del Piemonte Orientale - redazione@alessandrianews.it

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Case vuote, persone senza casa
Case vuote, persone senza casa
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Grave episodio a Tortona
Grave episodio a Tortona
Sindacati in piazza contro il Governo: tagli inaccettabili alle pensioni
Sindacati in piazza contro il Governo: tagli inaccettabili alle pensioni
Ex Simple Minds trascinatori della festa di Capodanno
Ex Simple Minds trascinatori della festa di Capodanno
Inaugurato il Bosco Rotariano
Inaugurato il Bosco Rotariano