Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Opinioni

Incidente “in itinere”: e se mi sposto in bici?

Per l'Inail non spetta alcuna indennità “in quanto l’infortunio si è verificato a bordo di un mezzo privato il cui uso non era necessario”. Una proposta di legge affinché “l’uso della bicicletta è comunque coperto da assicurazione, anche nel caso di percorsi brevi o di possibile utilizzo del mezzo pubblico”
OPINIONI - Mi muovo con la bicicletta per recarmi al lavoro, per fare la spesa, per la maggior parte degli spostamenti in città. Usare la bicicletta, inizialmente una semplice comodità, è diventato per me una necessità: arrivo prima al lavoro, non inquino, non occupo spazio, mi tengo in forma e mi accorgo di risparmiare anche un bel po’ di danaro. Il mio luogo di lavoro dista 2 km da casa e nella breve pausa pranzo la bici sopperisce benissimo alla carenza di mezzi pubblici.

Ma c’è un problema: un giorno tornando dal lavoro in bici ho avuto un incidente che mi ha costretta ad una lunga e dolorosa convalescenza e mi ha lasciato una leggera invalidità. Credevo si trattasse del cosiddetto incidente “in itinere” che prevede la copertura assicurativa anche per danni biologici.

Non è cosi: ho ricevuto dall’Inail una lettera in cui mi ha fatto sapere che non mi spetta alcuna indennità “in quanto l’infortunio si è verificato a bordo di un mezzo privato il cui uso non era necessario”.  Sembra incredibile ma il “mezzo privato non necessario” era la mia vecchia bici uscita anche lei malconcia dall’incidente.

Ho scoperto che l’Inail applica una legge che io considero ingiusta: questa legge riconosce l’infortunio solo al lavoratore che compie il tragitto casa-lavoro a piedi o con i mezzi pubblici. Come farlo nella breve pausa pranzo? Perché non considerare la bici alla stessa stregua degli spostamenti a piedi?

Ho cercato una risposta a questo interrogativo ed ho trovato una petizione della Fiab (Federazione Italiana Amici della Bicicletta) per l’introduzione della copertura assicurativa per chi va al lavoro in bicicletta.

Mi auguro venga accolta la proposta di legge con la quale Fiab chiede che “all’art. 12 del decreto legislativo n. 38 del 23/2/2000, dopo la frase 'L’assicurazione opera anche nel caso di utilizzo del mezzo di trasporto privato, purché necessitato' venga aggiunto quanto segue: “L’uso della bicicletta è comunque coperto da assicurazione, anche nel caso di percorsi brevi o di possibile utilizzo del mezzo pubblico”.

La petizione per la modifica della legge è stata firmata da 12 mila italiani ed ora è stata anche sottoscritta dal Comune di Alessandria su proposta dell’assessore Mauro Cattaneo. La raccolta di firme è coordinata nella nostra città dall’associazione Fiab Alessandria Gliamicidellebici. Per sostenere questa battaglia contro una legge che penalizza gli utenti deboli della strada, e a tutela di chi crede, a differenza dell’Inail, che la bicicletta sia non solo cosa giusta ma anche necessaria, vi invito presso la sede dell’associazione

Fiab Alessandria Gliamicidellebici: incontri al sabato dalle 15,30 alle 17,30 presso l’ex acquedotto Borsalino ai Giardini in corso Crimea.
24/01/2015
Luisella Era, Fiab Alessandria Gliamicidellebici - redazione@alessandrianews.it

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Case vuote, persone senza casa
Case vuote, persone senza casa
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Grave episodio a Tortona
Grave episodio a Tortona
Sindacati in piazza contro il Governo: tagli inaccettabili alle pensioni
Sindacati in piazza contro il Governo: tagli inaccettabili alle pensioni
Ex Simple Minds trascinatori della festa di Capodanno
Ex Simple Minds trascinatori della festa di Capodanno
Inaugurato il Bosco Rotariano
Inaugurato il Bosco Rotariano