Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Opinioni

Eppure… (Le ragioni del cuore – II puntata)

Un mese fa abbiamo lasciato Marcello così, con questo “eppure” nell’aria, a cercare di connettere, nella testa e nel cuore, due vissuti coesistenti ma opposti: il rispetto del legame e del progetto di vita costruito con la moglie da una parte, la ricerca, il bisogno della seduzione e il fascino perverso del gioco dell’attrazione dall’altra
OPINIONI - Un mese fa abbiamo lasciato Marcello così, con questo “eppure” nell’aria, a cercare di connettere, nella testa e nel cuore, due vissuti coesistenti ma opposti: il rispetto del legame e del progetto di vita costruito con la moglie da una parte, la ricerca, il bisogno della seduzione e il fascino perverso del gioco dell’attrazione dall’altra. Marcello non è un adolescente imberbe e inesperto, è un uomo adulto e consapevole, con un ruolo familiare e sociale cui sa conformarsi in modo adeguato, come, del resto, lo sono tanti uomini che sono certa possano rispecchiarsi in questa vicenda.

Eppure, sempre questa congiunzione quasi profetica, dopo qualche interazione in chat si domanda: “Dopo cosa c’è?”, perché Marcello è cosciente di voler sedurre, pensa a lei, “ma non è lei, è una lei immaginaria”, quella che vede nelle foto di FB, un bel sorriso, uno sguardo intenso, “allora scegli musica e parole che paiono adatte” a ciò che vede o crede di vedere, perché ciò che spesso accade è l’attuarsi del meccanismo della proiezione, un processo psichico attraverso cui costruiamo la realtà esterna. Si tratta della tendenza automatica a ritrovare nell’altro elementi che confermano la nostra idea o il nostro desiderio, vedendo, quindi, anche aspetti che in realtà appartengono a noi. Di per sé una modalità universale del funzionamento mentale corrente, ma anche un meccanismo di difesa primitivo, primario, che consiste, appunto, nell’attribuire le proprie caratteristiche e i propri sentimenti, o addirittura parti di sè, alle altre persone (soprattutto quelle con le quali costruiamo relazioni più intime) al fine di negarne o rifiutarne la consapevolezza.

Leggendo le parole di Marcello, soffermandoci sul modo di esprimersi, sui termini che sceglie oltre che sui contenuti, mi appare più un Don Giovanni che non un Casanova, un conquistatore, quello che oggi verrebbe chiamato un “maschio alpha”, piuttosto che un seduttore vero e proprio, un narcisista insomma, attratto più dal desiderio che non dall’oggetto di conquista, lo ammette lui stesso quando dice “pensi ad un oggetto, che però non è il soggetto ma la tua brama di seduzione, perché sei se seduci”. L’essere attraverso il fare e l’apparire, ecco il narcisista, ma in modo che non si colga l’intenzionalità, ed è proprio questo l’elemento che affascina, come se dovesse riuscire ad avere quella donna ma senza che lei se ne accorga, con finta noncuranza, qualche messaggio ogni tanto, poi il vuoto fatto apposta perché si riempia di punti di domanda, di curiosità, di certezze ora tremolanti. E proseguono così per alcuni mesi, passa l’estate e con l’arrivo dell’autunno Marcello è più annoiato, forse perché lontano dal suo elemento naturale, dall’unica cosa che lui dice farlo sentire vivo in un’esistenza che sente scorrere monotona…il mare. È stanco di questo gioco, decide di incalzare, ha bisogno di verificare se il suo narcisismo ha ottenuto gli effetti previsti, se ancora una volta ha fatto centro e sembra non avere dubbi in proposito. Sceglie un momento qualsiasi, un sabato pomeriggio, e scopre le sue carte…


Non ci scegliamo reciprocamente in modo casuale. Noi incontriamo persone che già esistono nel nostro subconscio” (S. Freud).
7/04/2016
Daria Ubaldeschi - redazione@ilnovese.info

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Case vuote, persone senza casa
Case vuote, persone senza casa