Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Opinioni

Dopo una notte di passione

A dispetto di questa storia del giorno dopo il risultato di questa notte appare sbalorditivo, soprattutto per chi ha vissuto giorno dopo giorno questa campagna elettorale nelle piazze, con la gente, discutendo ed argomentando
OPINIONI - Inevitabilmente inizieranno copiosi i "ve l'avevo detto!" proferiti da sedicenti giornalisti, analisti, politici e guru della comunicazione. A dispetto di questa storia del giorno dopo il risultato di questa notte appare sbalorditivo, soprattutto per chi ha vissuto giorno dopo giorno questa campagna elettorale nelle piazze, con la gente, discutendo ed argomentando. Piazze fredde per il PD, critiche con il mondo politico nazionale; piazze a 5 stelle a volte, più comunemente vuote e spazzate dal vento. Poi la sorpresa e la felicità per noi militanti di strada dopo questo mese di incertezza passato nella gabbia mentale di altalenanti sondaggi come al solito, alla resa dei fatti, ben poco significativi.
Il Piemonte e i comuni sono ancora partite inconosciute; segreti che con il farsi della sera diranno le loro verità. A botta calda, il dato del PD delle europee e il risultato complessivo dello scacchiere politico più generale aprono domande circa il futuro del centro-sinistra.
Una prima domanda è quella della tenuta assoluta del dato elettorale per il PD e sulla sua tenuta in altri contesti – e su questo già si ragionerà meglio nel pomeriggio.
Sarà interessante verificare il risultato delle liste civiche e i flussi elettorali tra PD e questi soggetti per riuscire effettivamente a capire quanto la forma della lista civica a latere delle forme bene o male organizzate dei partiti sia propulsiva per i risultati delle amministrative. Sul tavolo la domanda: tira più il simbolo di un partito od il carisma del tuo vicino di casa?
Aperta è anche una domanda rivolta al futuro circa l’efficacia politica delle coalizione di stampo pluripartitico (e.g. L’Ulivo). In un contesto con un PD egemonico sovrastante dall’oltre 35% una galassia di soggetti attestati sotto il 4-5% è da domandarsi quanto effettivamente non urgi una stagione di riapertura del PD verso questi soggetti nell’ottica di un consolidamento di un progetto maggioritario. Questo richiederà una nuova stagione di riflessione sugli obiettivi ed ideali di quello che deve essere il soggetto riformatore progressista e modernizzatore del Paese: un dibattito di cui comunque si sente il bisogno.
Queste sono le domande che ronzano nella testa di un segretario del PD di provincia. Domande di futuro che richiedono cambiamenti nel modo di pensare l’orizzonte politico nostro in cui viviamo al fine di costruire un Paese più umano e sociale.

Michele F. Fontefrancesco
Segretario PD Valenza 
26/05/2014
Michele F. Fontefrancesco - Segretario PD Valenza - redazione@alessandrianews.it

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Case vuote, persone senza casa
Case vuote, persone senza casa
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Grave episodio a Tortona
Grave episodio a Tortona
Sindacati in piazza contro il Governo: tagli inaccettabili alle pensioni
Sindacati in piazza contro il Governo: tagli inaccettabili alle pensioni
Ex Simple Minds trascinatori della festa di Capodanno
Ex Simple Minds trascinatori della festa di Capodanno
Inaugurato il Bosco Rotariano
Inaugurato il Bosco Rotariano