Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Opinioni

Apologia degli Europei di calcio (15): Vite da mediano

Ammettiamo quello che altri non ammetteranno mai: ieri sera ci siamo dati a selvaggi bagordi. Con ancora negli occhi la scintillante Italia che ha battuto la Spagna
OPINIONI - Ammettiamo quello che altri non ammetteranno mai: ieri sera ci siamo dati a selvaggi bagordi. Con ancora negli occhi la scintillante Italia che ha definitivamente chiuso il ciclo calcistico spagnolo umiliandone le ragioni fondamentali ci siamo spostati dallo Stadio Saint Denis nel quartiere di Les Halles al bistrot Le Tambour, dove abbiamo reso omaggio alle escargots della casa e ad un ottimo rosso della Loira. A diversi ottimi rossi, a dire la verità, nella speranza di poter ripetere l’esperienza ancora più in grande stile sabato 2 luglio a Bordeaux, città che ospiterà l’ennesimo Italia – Germania.

Le lumache sono state anche una dichiarazione di appartenenza all’Europa: è infatti con l’epiteto di “mangia lumache” che gli inglesi spregiano i cugini del continente i quali, di rimando, accusano i barbari d’oltre Manica di essere dei “mangia rane”. E di rospi belli grossi si può dire dopo aver assistito, nel nostro stato di piacevole e moderata ebbrezza, alla disfatta albionica contro l’Islanda che ha decretato con il suo football atletico e sparagnino la fine della carriera del povero Roy Hodgson e che a nulla vale la tecnica sopraffina se non si tira mai in porta e se nella tua, di porta, c’è il peggior portiere che l’Inghilterra ricordi. E’ la classica squadra simpatia, l’Islanda; la Cenerentola che conquista il Principe al ballo.. Squadre così possono anche vincere l’Europeo come fecero la Danimarca nel 1992 e la Grecia nel 2004. Ma considerato che il prossimo avversario degli islandesi saranno i padroni di casa è destino che finiscano o le speranze di vittoria o la simpatia.L’Italia non è granchè simpatica già di suo e le speranze di vittoria finale cominciano ad essere concrete.

Non ci credeva nessuno, nemmeno noi, ma per adesso Conte è stato molto bravo a convincere i suoi a crederci. Il calcio, proprio come il diavolo, è nei dettagli. Marco Parolo, ad esempio. Deve essere uno che ha ascoltato sino allo sfinimento “Una vita da mediano” di Ligabue, mandando a memoria la bella e semplice lezione di vita nascosta nei versi della canzone: se dai tutto te stesso e fai bene il tuo lavoro le cose possono andare bene. Addirittura benissimo. Il Marco Parolo che ieri ha stritolato in una morsa di corsa, agonismo e sacrificio il divino Iniesta è la rivincita dell’applicazione sul talento. Il talento, che i politici chiamano merito, è la grande illusione contemporanea: ci dicono che sia l’unica forza davvero democratica, in quanto può depositarsi su un ricco quanto su un povero. Ma, peccato!, è più facile che un talento venga riconosciuto in un salotto piuttosto che in mezzo a una strada: la favola di Cenerentola è, appunto, una favola.

Il talento, con la sua predestinazione, ha sostituito il sangue blu dei nobili. Se ce l’hai bene, se non ce l’hai, arrangiati: è il grande alibi dei nostri tempi.Oggi molti celebrano la vittoria italica con toni dannunziani (e pioveva, ieri, sullo Stadio Saint Denis…), trattando da eroi onesti lavoratori del pallone. Gramsci, che di talento ne aveva un anticchia, esortava: “Agitatevi, perché avremo bisogno di tutto il vostro entusiasmo. Organizzatevi, perché avremo bisogno di tutta la vostra forza. Studiate, perché avremo bisogno di tutta la vostra intelligenza”. Non crediamo che Conte e Parolo abbiano studiato Gramsci. Ma nemmeno chi ci governa. Ieri la Spagna ha imparato a sue spese che il talento può finire, l’impegno e lo studio, se si vuole, non finiscono mai. I mediani, a volte, vanno in paradiso.
28/06/2016
Simone Farello - sfarez@libero.it

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani