Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
La pecora nera

Al peggio non c'è mai fine

Alla fine ci siamo! In tanti hanno creduto che la svolta finalmente arrivasse, ma pare proprio che dovranno accontentarsi del vecchio che avanza. Anzi del vecchio avanzato, vista l’età. Ma si sa: chi lascia la via vecchia per la nuova…

LA PECORA NERA - Alla fine  ci siamo!
In tanti hanno creduto che la svolta finalmente arrivasse, ma pare proprio che dovranno accontentarsi del vecchio che avanza.
Anzi del  vecchio avanzato, vista l’età.
Ma si sa: chi lascia la via vecchia per la nuova…
Come dite? Che il secondo turno delle primarie del pd si terranno solo questo fine settimana?
Ma io parlavo del “fu” partito della libertà.
Pare infatti che i pochi convinti sostenitori delle prime primarie del pdl rimarranno con le pive nel sacco, perché Re Silvio ha detto “niet” (per dirla come il suo amico Putin).
O meglio, in realtà “no” non l’ha mai detto, ma è sempre stato scettico e contrario all’idea, a cominciare dal tirare fuori di tasca sua quei 3-4 milioni di euro che sarebbero serviti a pagare le spese per organizzarle.
Sulla questione casse vuote trovo scandaloso che i due maggiori partiti abbiano le casse vuote, nonostante rimborsi elettorali, indennità parlamentari e regionali, stipendi negli enti di secondo grado e via dicendo.
In provincia hanno tagliato i soldi sullo sgombero neve e sul riscaldamento scolastico, ma non è stato tolto un euro dal capitolo “costo della politica”, eppure pare che a pd e pdl vada male come all’operaio metalmeccanico in cassa integrazione…
In ogni caso al pdl non andava l’auto tassazione dei votanti, forse memori del capo che qualche soldino da parte per la vecchiaia ce l’ha!
Però Silvio pare essersi stufato di tutta questa smania di democrazia e abbia detto arrangiatevi (cribbio!)
Anzi, tra il serio ed il faceto ha iniziato a parlare di Forza Italia 2, come dire: “tenetevi il giocattolo rotto, io me ne faccio uno nuovo!
Da questo punto in poi è scoppiata la rivolta dei ranocchi, troppo spaventati dall’idea di perdere il loro mentore e seguire il nuovo menestrello Angelino.
Infine il tocco da maestro: appoggiare la Meloni!
Alfano, per iniziare a dare un senso a questo partito mai nato, aveva bisogno di vincere le primarie con percentuali bulgare e la selva di pseudo pretendenti al trono sembrava garantirgli un buon margine.
A scombinare i piani ci ha pensato Giorgia, che candidandosi potrebbe spaccare il blocco degli ex-AN e raccogliere i delusi, mettendo a rischio il plebiscito di Angelino.
Poi a metà novembre la benedizione dei vassalli di Silvio, tanto che sia il gigante Crosetto, quanto il formattatore (a parole) Cattaneo iniziano a parlare di ticket con la vulcanica Meloni, per garantirgli i propri voti.
Ecco quindi che i gerarchi iniziano a capire che “nun c’è trippa pè gatti” (in onore della romanaccia verace) e pertanto iniziano a parlare di tempi tecnici e di election day.
Ieri Lupi a “Porta a Porta” ammette candidamente che la data del 16 dicembre non è più verosimile e Giorgia incassa, chiedendo di farle “almeno” a gennaio.
Campa cavallo, vien da pensare.
Basta vedere com’è andata con i congressi cittadini, che si devono ancora fare da anni dopo continui rinvii.
Prima le elezioni, poi il crollo del governo, poi la crisi, poi la cometa di Halley che passa.
Ogni volta c’era sempre qualche cosa che era più importante del celebrare una normale regola di democrazia interna, ovvero il voto dei propri iscritti.
Quello che mi lascia stupito è il totale silenzio di chi ci mette la faccia sul territorio.
Il pdl ultimamente è pieno di patrioti, formattatori e liberi battitori sempre pronti a sbandierare il vessillo del cambiamento, incapaci però di sfuggire al richiamo della sirena…
Basta che Silvio accenni ad un ritorno in campo che mugugnano un po’, ma poi si risiedono al proprio posto.
Davvero credete nel rinnovamento? Allora, per il bene della politica italiana tagliate quel cordone ombelicale.
Oppure hanno ragione i vostri detrattori, che avete paura di perdere le cadreghe acquisite immeritatamente grazie a Berlusconi?
 

29/11/2012
Ermanno Cecconetto - ermanno.cecconetto@gmail.com

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Case vuote, persone senza casa
Case vuote, persone senza casa