Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Serravalle Scrivia

Viale Martiri e i platani della discordia

Sono iniziati da poco più di un mese i lavori di riqualificazione di viale Martiri della Benedicta a Serravalle Scrivia e il primo, evidente segnale degli interventi è indubbiamente l'abbattimento dei platani. Le elezioni intanto si avvicinano e anche la politica si è pronunciata su questo tema
SERRAVALLE SCRIVIA - Sono iniziati da poco più di un mese i lavori di riqualificazione di viale Martiri della Benedicta a Serravalle Scrivia e il primo, evidente segnale degli interventi è indubbiamente l'abbattimento dei platani. Non solo perché si è andati a modificare l'aspetto del viale, ma anche perché sono entrati in gioco nostalgie e ricordi di un tempo che non c'è più.

Le elezioni si avvicinano e anche la politica si è pronunciata su questo tema. "Bailo, Carbone, Denegri e Freggiaro chiudono il mandato amministrativo con un'opera pubblica indecente. Distruggono l’alberatura di viale Martiri e peggiorano, se possibile, lo stato del paese" sono le parole della lista Serravalle Futura, rappresentata in consiglio comunale da Elio Pollero e Walter Zerbo.

"L’abbattimento dei platani del viale è la dimostrazione pratica di due problemi aperti: l'inadeguatezza della proposta politica delle liste civiche “personali” e l'inadeguatezza del sistema amministrativo locale nel garantire ai cittadini rappresentanza e pluralismo, in una parola, consentire un'effettiva democrazia - proseguono i due consiglieri di opposizione - Nel caso specifico dei platani, una/due persone in giunta avevano la fregola di tagliare gli alberi e tanto hanno fatto, senza un minimo di riflessione sulla portata del gesto in relazione alla storia di Serravalle, senza considerare soluzioni alternative al taglio selvaggio".

Dubbi anche da Francesco Scaiola, in consiglio per “Alleanza civica per Serravalle” e candidato sindaco alle prossime elezioni amministrative. "Resto decisamente perplesso. E sono tantissime le persone che mi hanno manifestato la loro perplessità. Malate? Non entro nel merito, non sono un agronomo - commenta -Tuttavia le piante sostitutive (peri da fiore) non sembrano adatte per alcuni tecnici, visto che, secondo loro, l’uso dei peri da fiore è adatto a “terreni in declivio, dove le sue radici possono contribuire ad ancorare il terreno ed evitare frane”, un contesto del tutto diverso da viale Martiri".

Nella relazione dell'ufficio tecnico del Comune di Serravalle viene specificato che "purtroppo le analisi eseguite sull’alberatura dell’intero viale hanno confermato che la maggioranza delle piante è in uno stato di generale sofferenza vegetativa o di degenerazione del legno che ha già reso necessario l’abbattimento in questi ultimi anni di 8 esemplari. Gli alberi sono sistemi dinamici con un ciclo vitale che dipende dalle caratteristiche dell’albero stesso e dalle condizioni di manutenzione e di contesto urbano. La scelta quindi di sostituire le piante dell’intero viale alberato appare inevitabile e ha portato alla conseguente decisione di piantumare 44 Pyrus calleryana chanticleer (pero da fiore) che per dimensioni e caratteristiche vegetali appaiono adatte al contesto in cui verranno inserite".
20/03/2017
Lucia Camussi - l.camussi@ilnovese.info

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Sentiero 403: sul Monte Tobbio partendo da Voltaggio
Sentiero 403: sul Monte Tobbio partendo da Voltaggio
Sentiero 273: da Grondona a Persi attraversando la valle Spinti
Sentiero 273: da Grondona a Persi attraversando la valle Spinti
Sentiero 260: da Pertuso a Roccaforte attraversando la val Borbera
Sentiero 260: da Pertuso a Roccaforte attraversando la val Borbera
Salernitana-Alessandria, il dopo partita
Salernitana-Alessandria, il dopo partita
Sentiero 245: sul Monte Antola partendo dalla val Borbera
Sentiero 245: sul Monte Antola partendo dalla val Borbera
Sentiero 200: sul Monte Giarolo partendo dalla val Borbera
Sentiero 200: sul Monte Giarolo partendo dalla val Borbera
Sicurezza, immigrazione e disabilità: intervista all'assessore Alessandro Rolando
Sicurezza, immigrazione e disabilità: intervista all'assessore Alessandro Rolando
Piazze affollate per gli eventi dell'estate alessandrina
Piazze affollate per gli eventi dell'estate alessandrina
Monica Massone, il teatro e lo spettacolo Solo una vita
Monica Massone, il teatro e lo spettacolo Solo una vita
Riccardo Bellini e Benedetta Pallavidino, vincitori del premio Ferrero 2015, parlano della nuova edizione
Riccardo Bellini e Benedetta Pallavidino, vincitori del premio Ferrero 2015, parlano della nuova edizione