Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Castelnuovo Bormida

"Fili d'erba", al teatro Buarné due classici di Pirandello

Due grandi classici di Luigi Pirandello. Il prossimo appuntamento al teatro Buarné di Castelnuovo Bormida è con "Fili d'erba", che mette insieme due atti unici del drammaturgo siciliano. Sul palco gli attori del Teatro del Rimbombo Silvia Bisio, Stefano Iacono e Massimiliano Viola diretti da Laura Gualtieri ed Eleonora Zampierolo
CASTELNUOVO BORMIDA – Due grandi classici di Luigi Pirandello. Il prossimo appuntamento al teatro Buarné di Castelnuovo Bormida è con “Fili d’erba”, che mette insieme due atti unici del drammaturgo siciliano e che andrà in scena domani, venerdì 16 marzo alle 21.00, e sabato 17 marzo in doppia replica alle 18.00 e alle 21.00 sul palco allestito alla ex chiesa di piazza Marconi. Diretto da Laura Gualtieri ed Eleonora Zampierolo, lo spettacolo sarà interpretato dagli attori della compagnia Teatro del Rimbombo Silvia Bisio, Stefano Iacono e Massimiliano Viola; costumi e scenografie sono di Barbara Arena, Daniela Castrogiovanni e Francesca Mazzarello.

Il Teatro del Rimbombo rende omaggio a Pirandello legando due atti unici: il primo chiamato “L’Epilogo”, ma poi ribattezzato “La Morsa”, che è stato proprio il primo dramma da lui scritto per una rivista alla fine dell’Ottocento; il secondo il più famoso dei due: “L’uomo dal fiore in bocca”.
Entrambi drammi dove la parola è protagonista, parola che esce svelando gli animi di questi personaggi dannati, senza possibilità di riscatto. Drammi smisuratamente seri, che non lasciano scampo e ti attanagliano in una morsa soffocante. I grandi progetti di una vita possono crollare in un attimo e tutto diventa esile e relativo.

Per questo lo spettacolo si intitola “Fili d’erba”: fili per legare i due atti, fili per sottolineare l’esiguità di rapporti umani arrivati al limite e in procinto di spezzarsi, fili per dare il senso della tensione e delle ferite della vita.
Ma sebbene l’uomo dal fiore in bocca spii la borghesità dei rapporti e la meschinità della vita per non addolorarsi troppo del suo congedo, alla fine omaggia noi avventori di un ciuffo di fili d’erba per contare i giorni e noi vogliamo pensare anche per ricordarci di vivere la nostra vita gustandola fino all’ultima goccia in ogni nostra azione e pensiero.
Biglietti: posto unico 10 euro. Prenotazione obbligatoria al 339 3055082 o 348 8238263.
15/03/2018

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Protesta sotto Palazzo Rosso: 194 volte senza paura!
Protesta sotto Palazzo Rosso: 194 volte senza paura!
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città (seconda parte)
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città (seconda parte)
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Alessandria-Robur Siena 1-1, le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Robur Siena 1-1, le foto di Gianluca Ivaldi
Festival Adelio Ferrero 2018, intervista a Roberto Lasagna e Barbara Rossi
Festival Adelio Ferrero 2018, intervista a Roberto Lasagna e Barbara Rossi
Festa a 4 zampe a Cascina Rosa
Festa a 4 zampe a Cascina Rosa
Operazione Borderline
Operazione Borderline