Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Pasturana

San Martino: castagnata e ciclocross per il divertimento di tutti

Weekend ricco di eventi a Pasturana in occasione dei festeggiamenti del santo patrono, San Martino. Dopo la cena contadina allietata dalla musica, sarà tempo di ciclocross, castagnata e ceciata al campo sportivo
PASTURANA - Weekend ricco di eventi a Pasturana in occasione dei festeggiamenti del santo patrono: San Martino.

Sabato 10 alle ore 20.00 presso il salone della Soms in via Roma 9 cena contadina con polenta e stoccafisso, al prezzo di 10 euro per i minori e 20 euro per gli adulti. Intrattenimento musicale con “I Giuinott Dé La Martesana”, formazione musicale folkloristica dialettale comica milanese ispirata ai “Gufi”, con canzoni di Jannacci e Gaber. Prenotazione obbligatoria presso gli uffici della pro loco in via Roma 1, sopra al Comune, oppure telefonando al 334 9137891.

Domenica 11 alle 10.30 presso il centro sportivo in via Vecchia Pozzolo verrà organizzata la 24° Ciclocross di San Martino con il 4° Memorial Gino Bruno “Brugi” e il 17° Memorial Fabio Fossati “Evis”. A seguire le classiche castagnata e ceciata “Rustighe in t’à freta e saisi in t’à pignota”, accompagnate da un buono e caldo vin brulè.

A Pasturana al patrono San Martino è dedicata anche la chiesa del paese "In onore del gentiluomo che tagliò metà del suo telo per donarlo a un povero per riscaldarsi – spiega Massimo Subbrero, presidente della Pro Loco - Nel mondo contadino a cavallo del giorno di San Martino i contadini rinnovavano il contratto con gli affittuari proprietari delle cascine e dei terreni e si svolgevano gli eventuali trasferimenti da un podere all'altro. San Martino era un po’ ideologicamente l'apertura della porta dell'inverno: le cantine erano piene di vino e le castagne erano stoccate nelle stalle, i raccolti terrieri riempivano i magazzini, in casa le stufe a legna 'ronfavano' e la polenta faceva da padrona. La pro loco nel rievocare quei momenti di vita contadina da anni festeggia questa data, anni or sono sviluppandola sulla piazza del paese con il braciere delle caldarroste e vino nuovo ed esponendo un carro agricolo carico di masserizie (armadi tavoli stufe), che rappresentava proprio il trasloco di una famiglia da una cascina all'altra. Quasi sempre la nebbia la faceva da padrona e creava un alone magico. Poi è stato il momento di aggiungere anche un evento sportivo adeguato alla stagione: il ciclocross, con lo spostamento dell'evento al centro sportivo e contornato da caldarroste e polenta, oltre alla cena contadina presso il salone Soms con un intermezzo di spettacolo popolare".
8/11/2018
Benedetta De Paolis - b.depaolis@ilnovese.info

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Da Osaka ad Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Case vuote, persone senza casa
Case vuote, persone senza casa
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali