Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Arquata Scrivia

Molestava le donne sul treno, fermato ad Arquata

Un 37enne pluripregiudicato è stato fermato dalla polizia ad Arquata Scrivia: su un treno della tratta Genova-Torino aveva molestato una donna alessandrina e nel tentativo di sfuggire ai controlli ha anche ferito gli agenti della polizia ferroviaria
ARQUATA SCRIVIA – Un 37enne pluripregiudicato è stato fermato dalla polizia ad Arquata Scrivia: su un treno della tratta Genova-Torino aveva molestato una donna e nel tentativo di sfuggire ai controlli ha anche ferito gli agenti.

Il fatto è successo domenica sera: vittima una donna alessandrina che stava rientrando a casa dopo una giornata passata a Genova. La donna, mentre era seduta al suo posto, è stata improvvisamente molestata da un uomo, il quale con gesti osceni ha cercato di avvicinarla. Lei è fuggita e ha trovato riparo nella carrozza di testa, chiedendo aiuto al capotreno. Quest’ultimo ha richiesto l’intervento della Polfer di Novi Ligure e gli agenti si sono fatti trovare sulla banchina della stazione di Arquata Scrivia per bloccare il molestatore.

Una volta a bordo treno gli agenti hanno subito individuato l’autore degli atti osceni che, rifiutandosi di declinare le generalità, ha approfittato dell’apertura delle porte del treno, e sferrando calci e pugni agli agenti, ha tentato la fuga.

Gli agenti si sono messi subito sulle sue tracce e sono riusciti a fermarlo non senza difficoltà. L’uomo, evidentemente nel tentativo di eludere i controlli, ha anche fornito false generalità, ma non è servito: dagli accertamenti, il fermato è risultato essere un trentasettenne nigeriano, pluripregiudicato, residente nell’alessandrino, e pertanto è stato deferito all’autorità giudiziaria per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale e per aver fornito false generalità nella sua identificazione, nonché sanzionato per atti osceni e ubriachezza molesta. A uno degli agenti intervenuti, medicato presso l’ospedale di Novi Ligure, sono stati prescritti dieci giorni di prognosi per i calci e i pugni sferrati dal nigeriano.
11/12/2017

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Festa a 4 zampe a Cascina Rosa
Festa a 4 zampe a Cascina Rosa
Operazione Borderline
Operazione Borderline
Alecomics 2018: i vostri scatti!
Alecomics 2018: i vostri scatti!
Per un'Europa senza muri: presidio e corteo per una cultura dell'accoglienza e dell'integrazione
Per un'Europa senza muri: presidio e corteo per una cultura dell'accoglienza e dell'integrazione
Alessandria-Genoa 0-4. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Genoa 0-4. Le foto di Gianluca Ivaldi
Maltrattamenti e insulti in una scuola dell'infanzia: il video che incastra le due maestre
Maltrattamenti e insulti in una scuola dell'infanzia: il video che incastra le due maestre
Ponti Alessandrini: per non piangere domani su ciò che andava fatto ieri
Ponti Alessandrini: per non piangere domani su ciò che andava fatto ieri
Ponte Tiziano: la crepa sul terrapieno
Ponte Tiziano: la crepa sul terrapieno
Teatro Comunale e Caffè Marini, cresce il degrado
Teatro Comunale e Caffè Marini, cresce il degrado
L'ex mercato coperto di via San Lorenzo tenta la rinascita
L'ex mercato coperto di via San Lorenzo tenta la rinascita