Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Gavi

Fidanzato geloso chiama il 112: "Hanno rapito la mia ragazza"

E' successo a Gavi: un fidanzato forse troppo geloso ha chiamato i carabinieri dicendo che la propria ragazza era stata rapita, sequestrata e segregata in casa. Ma in realtà lei era in compagnia di un amico
GAVI – È stato denunciato per procurato allarme il 23enne di Gavi che ha chiamato i carabinieri per denunciare il rapimento della propria ragazza. Il giovane, di origini rumene, ha chiamato il 112 dicendo che la propria la fidanzata era stata sequestrata in casa da un uomo. Parlando con l'operatore dei carabinieri, il 23enne aveva riferito che la sua giovane fidanzata era stata rapita, sequestrata e segregata in casa.

Peccato che non fosse vero nulla: la ragazza si trovava in compagnia di un amico e ora il fidanzato forse troppo geloso dovrà rispondere di procurato allarme. I carabinieri infatti l'hanno denunciato a piede libero.
6/10/2018

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Alessandria-Robur Siena 1-1, le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Robur Siena 1-1, le foto di Gianluca Ivaldi
Festival Adelio Ferrero 2018, intervista a Roberto Lasagna e Barbara Rossi
Festival Adelio Ferrero 2018, intervista a Roberto Lasagna e Barbara Rossi
La Notte dei Ricercatori 2018
La Notte dei Ricercatori 2018
Festa a 4 zampe a Cascina Rosa
Festa a 4 zampe a Cascina Rosa
Operazione Borderline
Operazione Borderline
Alecomics 2018: i vostri scatti!
Alecomics 2018: i vostri scatti!
Per un'Europa senza muri: presidio e corteo per una cultura dell'accoglienza e dell'integrazione
Per un'Europa senza muri: presidio e corteo per una cultura dell'accoglienza e dell'integrazione
Alessandria-Genoa 0-4. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Genoa 0-4. Le foto di Gianluca Ivaldi
Maltrattamenti e insulti in una scuola dell'infanzia: il video che incastra le due maestre
Maltrattamenti e insulti in una scuola dell'infanzia: il video che incastra le due maestre
Ponti Alessandrini: per non piangere domani su ciò che andava fatto ieri
Ponti Alessandrini: per non piangere domani su ciò che andava fatto ieri