Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Voltaggio

Come avviene il monitoraggio del lupo? Incontro a Voltaggio

Come avviene il monitoraggio del lupo nelle aree protette? Quali tecniche adottano i tecnici per seguire questi animali? E cosa succede se un esemplare viene trovato morto o è ferito? Tutti interrogativi che troveranno risposte durante la serata informativa organizzata dall'ente di gestione delle Aree protette dell'Appennino piemontese a Voltaggio
VOLTAGGIO - Come avviene il monitoraggio del lupo nelle aree protette del nostro territorio? Quali tecniche adottano i tecnici per seguire questi animali? E cosa succede se un esemplare viene trovato morto o è ferito? Tutti interrogativi che troveranno risposte durante la serata informativa di venerdì 9 febbraio a Voltaggio.

Alle 21.00 nel salone della scuola elementare, a salutare il pubblico ci sarà Dino Bianchi, presidente dell'ente di gestione delle Aree protette dell'Appennino Piemontese. Ad affrontare invece gli aspetti tecnici saranno i dipendenti dell'ente Gabriele Panizza (funzionario tecnico del settore gestione ambientale e conservazione, agro silvo pastorale) e Germano Ferrando (guardiaparco).

Dopo aver introdotto le caratteristiche eco-etologiche del lupo e approfondito la storia della ricolonizzazione dell'Appennino e dell'arco alpino - dopo l’approvazione della legge del 1976 che ha inserito la specie tra quelle particolarmente protette per salvarla dall'estinzione - i tecnici illustreranno il protocollo previsto in caso di ritrovamento di lupi morti o feriti, i dati derivanti dai campionamenti, la prevenzione degli atti di bracconaggio per avvelenamento.

Il livello di attenzione sul lupo è cresciuto perché sono frequenti gli episodi con cui questa specie entra in contatto con animali da allevamento o con l'uomo.

A dicembre le Aree Protette dell'Appennino piemontese - in qualità di ente associato del centro di referenza Grandi Carnivori delle Arre Protette delle Alpi Marittime - avevano organizzato un corso di formazione per operatori addetti al monitoraggio del lupo.
9/02/2018
Lucia Camussi - l.camussi@ilnovese.info

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Protesta sotto Palazzo Rosso: 194 volte senza paura!
Protesta sotto Palazzo Rosso: 194 volte senza paura!
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città (seconda parte)
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città (seconda parte)
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Alessandria-Robur Siena 1-1, le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Robur Siena 1-1, le foto di Gianluca Ivaldi
Festival Adelio Ferrero 2018, intervista a Roberto Lasagna e Barbara Rossi
Festival Adelio Ferrero 2018, intervista a Roberto Lasagna e Barbara Rossi
Festa a 4 zampe a Cascina Rosa
Festa a 4 zampe a Cascina Rosa
Operazione Borderline
Operazione Borderline