Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Novi Ligure

E' stata la regina dei cocktail, addio ad Antonella Zuin

Novi Ligure dà l'addio ad Antonella Zuin: era una delle poche donne entrata a far parte della Fib, la Federazione italiana dei barman. Con il marito ha dato vita a una dinastia di bartender che prosegue con il figlio Christopher
NOVI LIGURE – Una donna vitale, abituata a portare allegria dovunque andasse, che sapeva mettere a proprio agio tutte le persone con cui avesse a che fare: fare la barista per Antonella Zuin non era solo un mestiere, ma una vera e propria vocazione dell’animo. Se n’è andata ieri, a 57 anni, fiaccata da una lunga malattia che non le ha lasciato scampo.

Quando si parla di locali, a Novi Ligure la famiglia di Antonella Zuin rappresenta per antonomasia la professionalità. Il marito Enrico Rovella – che la donna aveva sposato nel 2007 ma con cui l’amore durava da una vita – è stato bartender di tutti i locali più importanti del basso alessandrino, dal Paradiso In di Castelletto d’Orba al Mulino di Borghetto Borbera, senza contare alcuni storici bar e pub di Novi, come Le Café, il Birrodotto, il Just Groove e da ultimo il Déjà-vu di piazza della stazione e il B-White di piazzetta Carenzi, oltre a essere responsabile per la Liguria della Fib, la Federazione italiana barman. Anche il figlio Christopher, oggi 25enne, ha seguito le orme dei genitori ed è già uno dei barman più noti e premiati.

La stessa Antonella Zuin era entrata a far parte della Fib, una delle poche donne ad aver raggiunto questo ambito traguardo. «Era una colonna portante della nostra grande famiglia», ha detto di lei il presidente nazionale Roberto Giannelli. Componente della Fib Academy, la scuola di barman dell’associazione, con il marito Enrico era stata insegnante di tanti futuri professionisti, come Pietro Guli, il novese che a novembre dello scorso anno si è laureato campione nazionale Sparkling.

Con la sorella minore Anna aveva gestito per diverso tempo il bar di Tassarolo. «Mi ricordo che all’epoca avevo appena iniziato l’attività al Monkey Pub, al centro sportivo, e il loro bar era un vero e proprio centro nevralgico del paese», racconta Gianluca Spinola, titolare di diversi locali a Novi. Lo ricorda bene anche Massimo Merlano, presidente di Ascom, l’associazione dei commercianti novesi: «Antonella e Anna riuscivano ad amalgamare perfettamente diversi tipi di clientela, i giovani che andavano lì per l’aperitivo come gli anziani che guardavano la tv o giocavano a scopone. Il loro bar era un punto di incontro importante per tutta la comunità e il borgo aveva vissuto una stagione di rinnovamento».

I funerali saranno celebrati lunedì 21 gennaio alle 10.30, alla chiesa di Sant’Antonio, mentre il rosario sarà recitato domani alle 19.00. Oltre a Enrico, Christopher e Anna, lascia la figlia Ilaria e i genitori Primo e Laura Zaccheo.

Nelle immagini: in alto Antonella Zuin con il marito [foto Fib]. Al centro a una manifestazione della Federazione italiana barman [foto Fib].
19/01/2019

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Case vuote, persone senza casa
Case vuote, persone senza casa
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Grave episodio a Tortona
Grave episodio a Tortona
Sindacati in piazza contro il Governo: tagli inaccettabili alle pensioni
Sindacati in piazza contro il Governo: tagli inaccettabili alle pensioni
Ex Simple Minds trascinatori della festa di Capodanno
Ex Simple Minds trascinatori della festa di Capodanno
Inaugurato il Bosco Rotariano
Inaugurato il Bosco Rotariano