Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Csvaa Informa

Stelle di Natale per la ricerca: l'iniziativa dell'Ail in 4mila piazze italiane

Dall’8 all’11 dicembre fa ritorno in 4.000 piazze d’Italia, anche nell’alessandrino e in altre aree della provincia, la manifestazione più importante promossa dall’AIL, fin dal lontano 1969, allo scopo di raccogliere fondi destinati alla lotta contro leucemie, linfomi e mieloma
CSVAA INFORMA - “Ogni malato di leucemia ha la sua buona stella”: dall’8 all’11 dicembre fa ritorno in 4.000 piazze d’Italia, anche nell’alessandrino e in altre aree della provincia, la manifestazione più importante promossa dall’AIL, fin dal lontano 1969, allo scopo di raccogliere fondi destinati alla lotta contro leucemie, linfomi e mieloma.

La manifestazione, giunta alla sua XXVIII edizione è posta sotto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica e realizzata grazie all’impegno di circa 20.000 volontari che offriranno oltre 800.000 piantine a chi verserà un contributo minimo associativo di 12 euro. Le Stelle dell’AIL sono tutte caratterizzate dal logo dell’Associazione.

La manifestazione ha permesso in tutti questi anni di raccogliere importanti fondi destinati al finanziamento di progetti di Ricerca e Assistenza di alto valore scientifico e sociale ed ha contribuito a sensibilizzare l’opinione pubblica alla lotta contro le malattie del sangue.

Il ruolo fondamentale dell’AIL è l’attività svolta in simbiosi con le strutture pubbliche, sia universitarie che ospedaliere, a favore dei malati. L’organizzazione si basa sull’autonomia delle singole sedi provinciali e sul principio che i fondi siano spesi, nel più limpido dei modi, là dove sono raccolti e per gli obiettivi che di volta in volta vengono proposti: ricerca scientifica, assistenza sanitaria, formazione del personale.

I rilevanti progressi della Ricerca Scientifica e le terapie sempre più efficaci e mirate, compreso il trapianto di cellule staminali, hanno determinato un grande miglioramento nella diagnosi e nella cura dei pazienti affetti da tumori del sangue, ma è necessario il sostegno di tutti per raggiungere un obiettivo irrinunciabile: rendere leucemie, linfomi e mieloma sempre più guaribili.

La sezione locale dell’Associazione, Alessandria – AIL Onlus, inoltre, è impegnata a supportare la S.C. Ematologia del locale Ospedale “SS. Antonio e Biagio e C. Arrigo” nella gestione di un servizio di trasfusione a domicilio, che rappresenta una modalità di cura del paziente effettuata presso la sua abitazione. I volontari dell’AIL assicurano poi un trasporto gratuito all’ospedale per pazienti con malattie ematologiche.

Ed inoltre dal mese di giugno 2012 è disponibile la Casa AL-AIL, si tratta di un confortevole alloggio dove i pazienti trapiantati e i loro famigliari possono soggiornare il tempo necessario a realizzare tutti i controlli successivi ad un trapianto di cellule staminali eseguito presso la S.C. di Ematologia dell’ Ospedale “SS. Antonio e Biagio e C. Arrigo” di Alessandria.

L’invito rivolto alla popolazione dunque è di cercare anche in provincia le “stelle dell’AIL” e compiere un piccolo ma importante gesto di solidarietà: con un’offerta minima di 12 euro ci si potrà assicurare uno dei simboli del Natale, ormai vicino, e allo stesso tempo dare il proprio preziosissimo contributo per fare sì che la data della sconfitta delle malattie onco-ematologiche sia sempre più vicina.

DOVE TROVARE LE STELLE DI NATALE DELL’AIL: Alessandria: Azienda Ospedaliera “SS. Antonio e Biagio e C. Arrigo” (via Venezia 16); Piazzetta della Lega;Piazza Garibaldi (sotto i portici) e corso Romita, ang. via San Giovanni Bosco (Centro Commerciale Panorama); Acqui Terme: P.zza S. Francesco; Corso Italia e Ospedale Mons. Giovanni Galliano – via Fatebenefratelli, 1; Casale M.to: OspedaleSanto Spirito – Viale Giolitti, 2 e piazza Mazzini; Novi Ligure: Via Girardengo; Tortona: Via Emilia fronte al negozio “Max Mara”; Valenza: Piazza Gramsci e Piazza Martiri, 31 in prossimità del Duomo.

E ancora: Alice Bel Colle, Basaluzzo, Bergamasco, Bistagno, Borgoratto Alessandrino, Bosco Marengo, Capriata d’Orba, Carpeneto, Cartosio, Casaleggio Boiro, Cassine, Castelferro, Castelletto d’Erro, Castelnuovo Bormida, Castelspina, Cremolino, Felizzano, Francavilla, Fresonara, Frugarolo, Gamalero, Gavi, Grognardo, Lerma, Melazzo, Montaldeo,Montaldo Bormida, Montechiaro d’Acqui, Morbello, Mornese, Morsasco, Pasturana,Ponti, Ponzone, Predosa, Ricaldone, Rivalta Bormida, Frazione San Michele, Serravalle Scrivia, Sezzadio, Silvano d’Orba, Solero, Strevi, Tassarolo, Terzo, Trisobbio.

Per informazioni: te. 0131 206156 – www.facebook.com/alessandriaAILonlus
2/12/2016

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Sentiero 403: sul Monte Tobbio partendo da Voltaggio
Sentiero 403: sul Monte Tobbio partendo da Voltaggio
Sentiero 273: da Grondona a Persi attraversando la valle Spinti
Sentiero 273: da Grondona a Persi attraversando la valle Spinti
Sentiero 260: da Pertuso a Roccaforte attraversando la val Borbera
Sentiero 260: da Pertuso a Roccaforte attraversando la val Borbera
Salernitana-Alessandria, il dopo partita
Salernitana-Alessandria, il dopo partita
Sentiero 245: sul Monte Antola partendo dalla val Borbera
Sentiero 245: sul Monte Antola partendo dalla val Borbera
Sentiero 200: sul Monte Giarolo partendo dalla val Borbera
Sentiero 200: sul Monte Giarolo partendo dalla val Borbera
Sicurezza, immigrazione e disabilità: intervista all'assessore Alessandro Rolando
Sicurezza, immigrazione e disabilità: intervista all'assessore Alessandro Rolando
Piazze affollate per gli eventi dell'estate alessandrina
Piazze affollate per gli eventi dell'estate alessandrina
Monica Massone, il teatro e lo spettacolo Solo una vita
Monica Massone, il teatro e lo spettacolo Solo una vita
Riccardo Bellini e Benedetta Pallavidino, vincitori del premio Ferrero 2015, parlano della nuova edizione
Riccardo Bellini e Benedetta Pallavidino, vincitori del premio Ferrero 2015, parlano della nuova edizione