Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Novi scippa ad Alessandria il festival del vino: "Scarsa collaborazione"

Mesi e mesi di trattative e di incertezza: alla fine Piacere di Vino se ne va definitivamente da Alessandria, da dove era partito, per approdare a tempo d record a Novi, che non si è lasciata scappare l'occasione di avere 80 produttori di vino per le strade del centro
ALESSANDRIA - Manca poco più d un mese al grande evento, si legge sui social network con tanto di immagini e data: 19-20 maggio. Il festival del vino che l'anno scorso aveva portato in Cittadella ad Alessandria almeno diecimila persone, trasloca a Novi Ligure. Al centro storico.
Così Alessandria perde definitivamente un evento di richiamo a tema enologico, nonostante il territorio abbia più che una vocazione alle eccellenze con e senza bollicine.

Il problema di agibilità della Cittadella – location scelta perché ha spazi sia all'aperto sia al chiuso – aveva creato non pochi problemi per chi aveva già programmato un evento nella fortezza alessandrina. Il vino non poteva aspettare ruspe e perize, così il primo marzo, sulla pagina ufficiale gli organizzatori (Italy Events) scrivevano: “Con molto dispiacere – dopo mesi di lavoro e trattative con l'Amministrazione Comunale e dopo aver investito tempo e risorse – siamo veramente dispiaciuti nel comunicarvi che l'evento Piacere di Vino, già posticipata a maggio, non avrà luogo per difficoltà con il Comune di Alessandria nel trovare una sistemazione alternativa soddisfacente. Le soluzioni prospettate differenti dalla Cittadella – che hanno scoperto solo pochi mesi fa essere inagibile per la mancanza di certificazioni sulla staticità degli edifici – sono state infatti ritenute poco adatte al tenore dell'evento”.

Pare che fosse stata 'offerta' la Caserma Valfrè, ma evidentemente il luogo non è stato considerato adeguato per una manifestazione del genere. “Non ci saranno quindi gli 80 espositori enogastronomici d'eccellenza del territorio”, proseguono, “non ci saranno i diecimila visitatori accorsi l'anno scorso. La scarsa collaborazione dimostrata dall'Ente comunale che non ha tenuto in alcun conto il nostro lavoro svolto in questi anni per organizzare manifestazioni di richiamo e totalmente gratuite per il Comune, ci ha costretti alla decisione sofferta di sospendere l'edizione 2018.
Impossibile per gli Organizzatori allestire un evento di quella portata con così tante incognite e con così poche risposte certe. Stiamo comunque valutando la possibilità di realizzare le nostre manifestazioni in altre città, resesi più disponibili e ben disposte ad ospitare kermesse che richiamano migliaia di visitatori”.

Novi Ligure ha sfruttato il forfait alessandrino per organizzare il tutto nel centro storico, con bancarelle, degustazioni e percorsi guidati alla conoscenza dei vini. In poco più di un mese la città dei Campionissimi - e i suoi commercianti – ha trovato un accordo più soddisfacente.
Ciò che non è riuscito a fare, d settembre 2017, Palazzo Rosso, evidentemente tutto preso nei festeggiamenti dell'850esimo della Città da non accorgersi delle opportunità che scivolano altrove.
 
17/04/2018

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Festa a 4 zampe a Cascina Rosa
Festa a 4 zampe a Cascina Rosa
Operazione Borderline
Operazione Borderline
Alecomics 2018: i vostri scatti!
Alecomics 2018: i vostri scatti!
Per un'Europa senza muri: presidio e corteo per una cultura dell'accoglienza e dell'integrazione
Per un'Europa senza muri: presidio e corteo per una cultura dell'accoglienza e dell'integrazione
Alessandria-Genoa 0-4. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Genoa 0-4. Le foto di Gianluca Ivaldi
Maltrattamenti e insulti in una scuola dell'infanzia: il video che incastra le due maestre
Maltrattamenti e insulti in una scuola dell'infanzia: il video che incastra le due maestre
Ponti Alessandrini: per non piangere domani su ciò che andava fatto ieri
Ponti Alessandrini: per non piangere domani su ciò che andava fatto ieri
Ponte Tiziano: la crepa sul terrapieno
Ponte Tiziano: la crepa sul terrapieno
Teatro Comunale e Caffè Marini, cresce il degrado
Teatro Comunale e Caffè Marini, cresce il degrado
L'ex mercato coperto di via San Lorenzo tenta la rinascita
L'ex mercato coperto di via San Lorenzo tenta la rinascita