Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Opinioni

La guerra di Diesel

Non importa di sapere se davvero Diesel – la femmina di cane poliziotto rimasta uccisa nelblitz contro gli assassini dei recenti, tragici, attentati parigini – sia riuscita a morire tra le braccia di chi per anni, con amore, l’aveva addestrata secondo un rapporto empatico di totale, reciproca, dedizione
OPINIONI - Non importa di sapere se davvero Diesel – la femmina di cane poliziotto rimasta uccisa nelblitz contro gli assassini dei recenti, tragici, attentati parigini – sia riuscita a morire tra le braccia di chi per anni, con amore, l’aveva addestrata secondo un rapporto empatico di totale, reciproca, dedizione.
Un addestramento, quello adottato dalle Forze dell'Ordine dei Paesi civili, che - sia detto per sfatare le sempre verdi leggende metropolitane in materia - è basato esclusivamente sul principio del “premio” (dapprima il biscotto, poi la carezza e infine la semplice approvazione), dato all'animale dopo che ha eseguito correttamente il compito richiesto.
E non interessa neppure accodarsi a quanti, nelle ore immediatamente successive, hanno animato i vari forum di guerra – tutta italiana, degli eterni guelfi contro i ghibellini – fra chi sostiene che, in fin dei conti, la vita di una bestia sia più spendibile rispetto a quella umana, e quanti invece hanno parlato di bieco sfruttamento animale da parte dell’uomo. Conta soltanto quello che avrebbe voluto Diesel. Ossia ciò che è accaduto sul serio - assecondare il desiderio, quale che fosse, del proprio compagno umano – e ciò che invece è forse soltanto successo: andarsene vicino a chi per lei è stato il solo riferimento per cui valesse la pena vivere, e accanto al quale morire.
Chiunque abbia vissuto con il proprio cane lo sa, proprio come lo sapeva Omero già qualche migliaio di anni fa: la devozione di Argo non consiste nello spirare al termine di un’attesa, durata vent’anni, ai piedi del “suo” Ulisse dopo averlo riconosciuto, ma nell’essersi impedito di gioire (la sola cosa che un cane avrebbe voluto fare davvero), pur di non tradirlo.
In moltissimi hanno chiesto di conferire a Diesel la massima onorificenza francese: la Legion d’onore, proprio come se a St. Denis fosse rimasto ucciso un poliziotto umano. Oltre che bello, sarebbe un atto importante. Bello, perché servirebbe a onorare quel patto non scritto che anche Diesel non avrebbe mai infranto, neppure a costo (appunto) della propria vita, in quanto tacito accordo che, per sempre, «lega indissolubilmente il cane al suo padrone». Importante, perché riconoscerebbe come uguale la dignità degli uomini e quella degli animali, almeno di fronte alla morte. Non la celebrazione dell’eroina del giorno, quindi, ma la piena e duratura consapevolezza che lo spirito di sacrificio, il dolore e la sofferenza hanno la stessa intensità per chiunque – in quanto essere vivente e senziente - abbia la capacità, o la sfortuna, di provarli. Diversamente, concorderebbe forse De André, anche della povera Diesel rimarrebbe «soltanto la gloria, di una medaglia, alla memoria».
26/11/2015
Maurizio Scordino - redazione@alessandrianews.it

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


StrAlessandria 2019
StrAlessandria 2019
'Canapa in Festival' a Borgo Rovereto, le immagini della prima edizione
'Canapa in Festival' a Borgo Rovereto, le immagini della prima edizione
Alessandria-Albissola 3-0, le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Albissola 3-0, le foto di Gianluca Ivaldi
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale