Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Serravalle Scrivia

Ex Inga, approvata la variante parziale al Prg

Variante parziale al piano regolatore comunale, poi dichiarazione di pubblica utilità, seguita da accordo od esproprio, e infine studio di fattibilità e progetto esecutivo. Saranno questi i vari step che dovrà compiere il Comune di Serravalle Scrivia per far divenire l’area delle ex distillerie Inga una zona a servizio della stazione
SERRAVALLE SCRIVIA - Variante parziale al piano regolatore comunale, poi dichiarazione di pubblica utilità, seguita da accordo od esproprio, e infine studio di fattibilità e progetto esecutivo. Saranno questi i vari step che dovrà compiere il Comune di Serravalle Scrivia per far divenire l’area delle ex distillerie Inga una zona a servizio della stazione.
Il consiglio comunale dello scorso 19 dicembre ha detto sì all’unanimità alla variante al Prg. "Si spendono soldi, ma quest’area deve diventare pubblica - ha precisato l’assessore all’Urbanistica Antonino Bailo – Nel 1980 era stata inserita nel piano regolatore una zona ai confini di Arquata, che ora viene eliminata e viene inserita l’ex Inga. La variante è propedeutica alla dichiarazione di pubblica utilità, poi si dovrà arrivare a un accordo o, in caso contrario, all’esproprio. Infine ci saranno lo studio di fattibilità e l’approvazione del progetto esecutivo".

La rimozione delle coperture in amianto nell’area che da anni è abbandonata e sempre più in degrado è il primo progetto a rientrare nell’accordo procedimentale che il Comune di Serravalle ha firmato con Rfi e Provincia sulle opere di permeabilità della linea storica Torino-Genova. La spesa prevista, a carico di Rfi, è di 408 mila euro. Dopo il bando di manifestazione d’interesse rivolto alle ditte interessate ad eseguire i lavori, la Provincia di Alessandria ha inviato una lettera alle aziende per arrivare in breve tempo all’appalto dei lavori.

Assenti Amelotti, Picollo e Testi alla seduta del 19 dicembre, l’approvazione della variante è stata possibile grazie ai quattro voti favorevoli della maggioranza (il sindaco Carbone, il vice Freggiaro e i due assessori Denegri e Bailo) e al sì di Scaiola, Vecchi, Pollero e Zerbo. A farlo notare è stato il consigliere Francesco Scaiola. "Questa variante passa perché l’opposizione consente il numero legale. C’è un’opposizione responsabile, più della maggioranza". "Ringrazio l’opposizione - ha replicato il primo cittadino di Serravalle - Le assenze sono dovute a problemi di salute".
9/01/2017
Lucia Camussi - l.camussi@ilnovese.info

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Città sporca e in ritardo sulla differenziata: pronti a rivedere le nostre strategie
Città sporca e in ritardo sulla differenziata: pronti a rivedere le nostre strategie
L’incontro dell’Ambasciatore della Somalia a conclusione della staffetta podistica
L’incontro dell’Ambasciatore della Somalia a conclusione della staffetta podistica
Posate sette pietre d’inciampo a ricordo degli alessandrini deportati nei lager
Posate sette pietre d’inciampo a ricordo degli alessandrini deportati nei lager
Visita tra il gelo e il freddo del Rifugio Cascina Rosa
Visita tra il gelo e il freddo del Rifugio Cascina Rosa
Visita al Gattile Sanitario in Alessandria
Visita al Gattile Sanitario in Alessandria
La mia Cittadella
La mia Cittadella
Cena di Natale alla Casa di Quartiere
Cena di Natale alla Casa di Quartiere
Siamo tutte bastarde. Il collettivo Non una di meno manifesta sotto la sede di Aries Tv
Siamo tutte bastarde. Il collettivo Non una di meno manifesta sotto la sede di Aries Tv
Alessandria-Pontedera 5-1. Il dopo gara
Alessandria-Pontedera 5-1. Il dopo gara
#SaveBorsalino: la città mette in mostra il suo cappello!
#SaveBorsalino: la città mette in mostra il suo cappello!