Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Sale

Domenico Quirico racconta le “rivoluzioni dall’altra parte del mare”

Sabato 10 febbraio l'inviato della Stampa in un incontro sulla primavera araba e sulle sue esperienze come inviato in Africa e Medio Oriente
SALE - Sabato 10 febbraio alle 21, nella sala teatro dell’Istituto Sacro Cuore in via Mons. Boccio, sarà presente il noto giornalista e inviato speciale de La Stampa Domenico Quirico. Per concludere il corso di storia del ‘900, storia del secolo breve: conoscere il passato per capire il presente tenuto dallo storico Memhet R. Frugis negli scorsi mesi, l’Aic ha ritenuto che Quirico fosse la persona più adatta a raccontare la storia dopo il crollo delle torri gemelle. Il giornalista inconterà il pubblico nella serata che prende il titolo da un suo libro, La primavera araba. Le rivoluzioni dall’altra parte del mare e racconterà le sue esperienze vissute, talvolta anche in modo assai drammatico, nei luoghi del Medio Oriente e dell’Africa, e soprattutto in Siria, dove ha vissuto un doppio sequestro.

 

 


6/02/2018

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Da Osaka ad Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Case vuote, persone senza casa
Case vuote, persone senza casa
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali