Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Provincia

Bilancio “anno zero” si salva con gli arretrati dalla Regione. Meno soldi dalle multe

Il consiglio provinciale ha approvato lo schema di bilancio 2015, che dovrà essere votato dall'assemblea dei sindaci. Pareggio a 180 milioni di euro. Diminuiscono di10 milioni lemulte: “Previsioni sulle entrate da sanzioni per violazione del codice della strada più realistiche”. Resta invariata la spesa per il personale “grazie” a 10 milioni euro dalla Regione
PROVINCIA – Il “bilancio dell'anno zero” l'ha definito il presidente Rita Rossa. La Provincia di Alessandria ha approvato il bilancio previsionale 2015 in consiglio, ma dovrà passare il vaglio dell'assemblea dei sindaci, convocata per il 30 settembre.
Comunque sia, anche per il 2015 la Provincia l'ha “sfangata”... nonostante “l'incertezza legislativa (a seguito della legge Delrio che ha trasformato le province in enti di secondo grado e del fatto la Regione non ha ancora approvato la legge di attribuzione delle funzioni, ndr) e nonostante i tagli”.
Il pareggio si attesta sui 180 milioni di euro.

I dipendenti
“La spesa per il personale resta la voce di uscita più grossa e si attesta sui 22 milioni”, spiega il presidente Rossa in aula.
Lo scorso anno erano 24 milioni. La diminuzione dipende dal fatto che non sono stati sostituiti i dipendenti andati in pensione. La Delrio imponeva un risparmio del 50%, quindi la previsione d'uscita avrebbe dovuto essere di 12 milioni. E' intervenuta però la Regione mettendo sul piatto 51 milioni per tutte le Province piemontesi, 10 per quella di Alessandria. In parte sono risorse “dovute”, relative ai tagli effettuati dal 2011 in poi e che il Tar, tribunale amministrativo, ha dichiarato illegittimi dopo che alcune province, tra cui quella di Alessandria, avevano presentato ricorso. Per quest'anno, quindi, è andata bene. Ma dal 1° gennaio 2016 la spesa dovrà essere dimezzata. C'è da sperare che nel frattempo Torino approvi la legge di attribuzione delle funzioni, prendendosi in carico il personale assegnato a servizi non più di competenza regionale. In questi giorni è in discussione uno dei nodi più delicati, quello relativo alla funzione ambientale. I dipendenti che non saranno più “necessari” ad Alessandria dovranno essere presi in carico da Torino o da altri enti. “Riteniamo che si possa arrivare a non avere esuberi. Questa è la scommessa sulla quale ci siamo impegnati”.

Le “multe”
Diminuisce la previsione delle entrate derivanti dalle sanzioni amministrative per la violazione del codice della strada che passano da 19 milioni del 2014 a 9 milioni del 2015.
Automobilisti più disciplinati? “Questa è la dimostrazione che l'esperimento dei Velo Ok non era fatto per 'fare cassa' ma per aumentare la sicurezza”, dice Rita Rossa. Che aggiunge: “abbiamo fatto una previsione più realistica”.
In effetti gli uffici provinciali stanno ancora tentando di recuperare i proventi da sanzioni relative all'anno 2006. Negli anni si sono avute punte di insolvenza pari al 65%. “Da due anni il servizio di riscossione è stato affidato ad una ditta esterna che sta dando buoni risultati. La previsione è quella di assestarsi su un 25% di insolvenza, una percentuale fisiologica in tutta Italia”, specificano dagli uffici.

Critica sul punto l'opposizione. Secondo i consiglieri Riboldi e Buzzi Langhi, infatti, “se l'intenzione dell'amministrazione fosse stata quella di aumentare la sicurezza e non di fare cassa, avrebbe destinato l'intero ammontare previsto di 9milioni per gli interventi di manutenzione e miglioramento della rete viaria, non solo il 50%”.
Parallelamente allo schema di bilancio,infatti, i consiglieri sono stati chiamati ad esprimersi sulla destinazione dei proventi delle sanzioni che, per legge, nella misura minima del 50%, devono essere reinvestiti. La Provincia di Alessandria ha deliberato di destinare 2 milioni circa per la manutenzione; 1 milione per il miglioramento delle barriere stradali e segnaletica; 1 milione per il potenziamento del servizio in generale.

Altre voci
Tra le altre voci in bilancio c'è una diminuzione delle entrate derivanti dalla quota destinata alle province per le assicurazioni automobilistiche (Rcauto) ed un aumento dell'Ipt, imposta applicata all'atto di acquisto di una nuova auto.

Sedici milioni è la previsione di entrata per gli interventi sulla rete stradale, di cui dieci derivano da trasferimenti per i danni subiti durante le alluvioni del 2014.

Scende a 107 mila euro la spesa per il mantenimento dei mezzi.
Calano di 6 milioni i ratei passivi sui mutui, grazie ad una rinegoziazione e alla restituzione progressiva dei mutui già accesi. 
E, mentre il presidente Rossa parla di "ente virtuso, che ha saputo in passato fare investimenti", l'opposizione ricorda la gestione fallimentare e lo "spreco di risorse" su diversi fronti, come la società Energia e Territorio, ora in fallimento. 
23/09/2015

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


StrAlessandria 2019
StrAlessandria 2019
'Canapa in Festival' a Borgo Rovereto, le immagini della prima edizione
'Canapa in Festival' a Borgo Rovereto, le immagini della prima edizione
Alessandria-Albissola 3-0, le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Albissola 3-0, le foto di Gianluca Ivaldi
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale