Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Calcio

Alessandria avanti di misura, ma per ora va bene così

Da un diavolo all'altro: la Coppa Italia dell'Alessandria 2016-17 parte da dove si era conclusa quella trionfale della stagione precedente; l'avversario non è più il Milan ma il Teramo
CALCIO - Da un diavolo all'altro: la Coppa Italia dell'Alessandria 2016-17 parte da dove si era conclusa quella trionfale della stagione precedente; l'avversario non è più il Milan ma il Teramo, e per la prima di Braglia - virtuale, il tecnico toscano deve ancora scontare una giornata di squalifica dalla passata stagione - si mobilitano ben 2.212 tifosi paganti. C'è anche molta attesa per il 4-4-2 che dovrebbe essere il nuovo modulo dei grigi, ma la presenza sulle fasce di Iocolano e Marras autorizza a pensare ad una Alessandria a trazione anteriore più che ad una squadra arroccata in difesa. Per sporcare il taccuino della cronaca bisogna aspettare il 5' quando su un cross di Celjak dalla destra, Scipioni legge bene i movimenti degli avanti dell'Alessandria e appoggia in angolo.

Ad andare vicino al gol per primo è però il Teramo che su angolo di Di Paolantonio dalla destra ad uscire, destro al volo di Caidi rasoterra che esce di pochissimo sul palo alla sinistra di Vannucchi immobile. Gli ospiti continuano a macinare gioco e vanno vicini al gol al quarto d'ora quando prima Carraro e poi Sansovini mancano di pochissimo l'appuntamento con un cross di Petermann, Di Paolantonio rimette al centro ma l'arbitro ha già fermato l'azione per fuorigioco causando le proteste di tutta la panchina ospite. C'è appena tempo per vedere una bella invenzione di Marras che al 21' con una finta salta Altobelli ma viene chiuso in angolo dal recupero di D'Orazio e quattro minuti Sansovini pescato con un lancio dalla difesa si trova solo davanti a Vannucchi che gli chiude lo specchio della porta ma ancora una volta l'arbitro ferma tutto per la posizione irregolare della punta ad inizio azione.

Al 28' è Croce a sbilanciare la difesa dell'Alessandria e mettere Carraro in condizioni di poter concludere a rete ma Vannucchi insuperabile ci mette una pezza; sulla ripartenza una respinta corta della difesa mette Marras in condizione di provare il tiro al volo che esce di pochissimo sopra la traversa. Poco dopo la mezz'ora finalmente si vede l'Alessandria: Gonzalez si libera al tiro e dal limite dell'area con un diagonale rasoterra sul secondo palo mette i brividi a Rossi. E' il preludio al botta e risposta fra le due squadre nel finale di tempo: al 40' Gonzalez tiene palla in una progressione che dal centro si sposta lentamente verso sinistra e con una magia libera Iocolano in area che non è da meno del suo compagno e con un destro a giro infila Rossi sul palo lontano per il vantaggio dell'Alessandria; la gioia della Gradinata Nord però dura poco perchè il Teramo pareggia subito con una azione simile: un cross rasoterra di Sansovini dalla destra arriva in area, Carraro controlla e con un destro rasoterra sul palo opposto rimette in parità l'incontro.Appena prima del fischio dell'arbitro Perotti che manda tutti negli spogliatoi c'è ancora una occasione per l'Alessandria: cross di Manfrin dalla sinistra, ancora un generosissimo Gonzalez riesce ad anticipare di testa Altobelli ma il suo colpo di testa è debole e facile preda di Rossi.

La ripresa si pare con l'Alessandria in avanti: Branca innesca subito Bocalon con un colpo da biliardo, ma se la punta grigia è bravissima a partire in progressione lo è un po' meno al momento della conclusione con la palla svirgolata abbondantemente oltre il palo lontano. Al 7' c'è un gran gesto atletico di Croce che su cross dalla destra di Di Paolantonio si coordina in una rovesciata stilisticamente perfetta ma imprecisa. Quando sembra che la furia atletica dei padroni di casa si sia placata, ecco che arriva il gol del nuovo vantaggio: assist di Gonzalez che con un cross a giro mette in crisi la difesa del Teramo, sul secondo palo sbuca Bocalon che appoggia di testa in rete. La retroguardia dell'Alessandria però dimostra di non avere imparato la lezione precedente ed il Teramo rischia nuovamente il pareggio a breve distanza dal vantaggio alessandrino: Fissore e Sosa si lasciano scappare Croce che solo davanti a Vannucchi cerca la soluzione rasoterra di potenza e manca di pochissimo il bersaglio.
Memori
delle rimonte subite nello scorso campionato i giocatori dell'Alessandria cercano il colpo del k.o.: prima ci prova Branca con un gran tiro dalla distanza che esce di pochissimo ma Rossi sembrava ben piazzato, poi sale in cattedra Bocalon. La punta ex Inter va vicino al tris su cross dalla sinistra di Iocolano, ma D'Orazio si immola e salva la propria porta, poi poco dopo spreca su un traversone di Manfrin dalla fascia sinistra che supera difensore e portiere ma viene messo sul fondo in acrobazia. Braglia mette in campo Mezavilla e Fischnaller per un esausto Gonzalez e Iocolano, ma il Teramo dimostra di tenere bene il campo e non vuole assolutamente cedere. Un cross di Fischnaller spinto in rete di testa da Bocalon potrebbe chiudere la partita e fa esplodere il Moccagatta al 38', ma la bandierina del guardalinee dice che è tutto da rifare. La partita lentamente si addormenta ed una combinazione Fischnaller-Branca-Fischnaller mette il folletto altoatesino in condizioni di provare il suo tiro a giro ma la palla esce alta sulla traversa. Dopo quattro minuti di recupero finisce 2-1, e per cominciare, tutto sommato, va bene così.      

ALESSANDRIA-TERAMO 2-1

Marcatori: pt 40' Iocolano, 42' Carraro; st 17' Bocalon.

ALESSANDRIA (4-4-2): Vannucchi 6.5; Celjak 6, Gozzi 6 (17' st Fissore ng), Sosa 6, Manfrin 6.5; Marras 6.5, Cazzola 6, Branca 6.5, Iocolano 5.5 (29' stFischnaller ng); Gonzalez 7 (23' st Mezavilla ng), Bocalon 6.5. A disp. La Gorga, Celussi, Cottarelli, Nicco, Ramello, Gjura, Bertoglio, M'Hamsi. All. Isetto (Braglia squalificato)

TERAMO (4-3-1-2): Rossi 6.5; Scipioni 6, Caidi 6.5, Altobelli 5.5 (40' st Cericola ng), D'Orazio 6.5; Di Paolantonio 6.5, Amadio 6, Petermann 5.5 (19' st Petrella ng); Carraro 6.5; Sansovini 6, Croce 6.5. A disp. Calore, Placido, Manganelli, Orlando, Karkalis, Mantini, Calderaro. All. Zauli

ARBITRO: Perotti di Legnano 5.5

NOTE Ammoniti Marras, Mezavilla; D'Orazio, Altobelli. Calci d'angolo 5-4 Recupero pt 0'; st 4'. Spettatori 2300 circa.

31/07/2016

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


StrAlessandria 2019
StrAlessandria 2019
'Canapa in Festival' a Borgo Rovereto, le immagini della prima edizione
'Canapa in Festival' a Borgo Rovereto, le immagini della prima edizione
Alessandria-Albissola 3-0, le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Albissola 3-0, le foto di Gianluca Ivaldi
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale