Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Ovada

Uva: nell'Ovadese la grandine mette in forse il raccolto

L'agricoltura ha già sopportato danni ingenti nei primi mesi dell'anno. Il bilancio rischia di essere duro in una zona già colpita dalla flavescenza dorata
OVADA - Quindici minuti di grandinata, e altrettanti di pioggia con pochi precedenti per intensità, hanno destato sorpresa negli ovadesi l’altro pomeriggio e rischiano di creare seri danni alle coltivazioni limitrofe, in particolar modo ai vigneti sulle colline e l’uva ancora in attesa di vendemmia. L’allarme lo lancia la Coldiretti: “L’andamento climatico anomalo che si è verificato dall’inizio dell’anno ha compromesso i raccolti: dal pomodoro al riso, dalle patate alla frutta, dalla soia al grano. – hanno affermato il presidente e il direttore della Coldiretti alessandrina Roberto Paravidino e Simone Moroni – L’elevata frequenza di eventi estremi con sfasamenti stagionali, come le piogge brevi e intense o le grandinate, sono alcuni degli effetti dei cambiamenti climatici che l’agricoltura deve affrontare”.

Per la viticoltura un problema in più in un’area già fortemente colpita dal fenomeno della flavescenza dorata. La grandine è la più temuta dagli agricoltori in questa stagione perché provoca danni insanabili alle coltivazioni, con effetti economici ed occupazionali in vista delle raccolte estive della frutta e della vendemmia. Con un contesto del genere, i terreni coltivati, grazie alla loro capacità di assorbimento, rappresentano un vero e proprio airbag naturale contro l’impatto dell’acqua.

Purtroppo l’Italia ha perso negli ultimi venti anni 2,15 milioni di ettari di terra coltivata per effetto della cementificazione e dell’abbandono che ha tagliato del 15 per cento le campagne colpite da un modello di sviluppo sbagliato che ha costretto a chiudere 1,2 milioni di aziende agricole nello stesso arco di tempo.

29/06/2013

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Case vuote, persone senza casa
Case vuote, persone senza casa
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Grave episodio a Tortona
Grave episodio a Tortona
Sindacati in piazza contro il Governo: tagli inaccettabili alle pensioni
Sindacati in piazza contro il Governo: tagli inaccettabili alle pensioni
Ex Simple Minds trascinatori della festa di Capodanno
Ex Simple Minds trascinatori della festa di Capodanno
Inaugurato il Bosco Rotariano
Inaugurato il Bosco Rotariano