Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Uscire dalla crisi pensando il futuro: ai Giovedì Culturali il sociologo Mauro Magatti

Per uscire dalla crisi occorre un cambio di paradigma, bisogna cioè mutare regole e prospettive, adeguare il proprio sguardo a un modo nuovo di interpretare la realtà. Appuntamento a Cultura e Sviluppo giovedì 8 marzo con il docente della Cattolica e il segretario provinciale della Cisl Marco Ciani
ALESSANDRIA - Nel prossimo appuntamento dei Giovedì culturali, l’Associazione Cultura e Sviluppo ospiterà Mauro Magatti, professore ordinario di Sociologia generale all’Università Cattolica di Milano. Editorialista del Corriere della Sera, sociologo ed economista particolarmente qualificato, il professor Magatti è autore, fra l’altro, di un recente volume intitolato Cambio di paradigma. Uscire dalla crisi pensando il futuro (Feltrinelli, Milano 2017). La tesi del libro, che presentato e discusso nel corso della serata, è netta: per uscire dalla crisi occorre un cambio di paradigma, bisogna cioè mutare regole e prospettive, adeguare il proprio sguardo a un modo nuovo di interpretare la realtà. E prima che si stabilisca un nuovo paradigma, una nuova normalità, esiste un momento in cui tutte le possibilità sono aperte.

Per Magatti oggi ci troviamo esattamente in quel momento. Il 2008 ha segnato l’inizio di una crisi economica che si è rivelata anche politica e culturale e ha portato alla fine di un’epoca. Sino ad allora il neoliberismo era stato il modello al quale avevamo affidato le nostre prospettive di crescita economica e di benessere. Ora quel modello pare saturo, perché non più capace di rispondere alle esigenze di un mercato globale sempre più selvaggio e sregolato, né alla degenerazione della politica, sempre più populista e nazionalista. Ma questa potrebbe anche essere una grande occasione. Perché se le vecchie regole non sono più valide, questo è il momento in cui possiamo inventarne di nuove. L’importante è avere chiara una direzione. E la direzione è quella della rinuncia alla cieca economia del consumo, per giungere a uno scambio sostenibile. Il futuro, insomma, è ancora possibile.

L'appuntament è per giovedì 8 marzo alle 19 (con pausa buffet e termine alle 22,30) nella sede di Cultura e sViluppo in piazza De Andrè. Introduce e modera la serata Marco CIani, segretario provinciale della Cisl di Alessandria e redattore di Appunti Alessandrini.
6/03/2018

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Protesta sotto Palazzo Rosso: 194 volte senza paura!
Protesta sotto Palazzo Rosso: 194 volte senza paura!
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città (seconda parte)
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città (seconda parte)
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Alessandria-Robur Siena 1-1, le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Robur Siena 1-1, le foto di Gianluca Ivaldi
Festival Adelio Ferrero 2018, intervista a Roberto Lasagna e Barbara Rossi
Festival Adelio Ferrero 2018, intervista a Roberto Lasagna e Barbara Rossi
Festa a 4 zampe a Cascina Rosa
Festa a 4 zampe a Cascina Rosa
Operazione Borderline
Operazione Borderline