Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Valenza

"Così Comune e Gsa tagliano il 40% dei salari"

La denuncia di Salvatore Corvaio, Coordinatore Provinciale di Flaica-Uniti Cub: "non è con lo sfruttamento dei dipendenti e degli utenti che si garantiscono i servizi pubblici"
VALENZA - "Taglio del 40% dell'orario, e, quindi del salario: questa è la condizione lavorativa e retributiva che il Comune di Valenza (giunta Pd) e la ditta GSA di Roma, vincitrice dell'appalto, hanno confezionato per le lavoratrici e i lavoratori delle pulizie presso la Casa di Riposo l'Uspidalì e vari uffici e impianti comunali", a parlare è Salvatore Corvaio, Coordinatore Provinciale di Flaica-Uniti Cub. 

La risposta dei dipendenti è stata immediata: prosecuzione dello stato di agitazione, adesione allo sciopero generale della C.U.B. di venerdì 27 novembre, messa in atto di ulteriori scioperi.
"Una strada obbligata - aggiunge Corvaio - visto che il sindaco Barbero, in questi mesi, ha saputo soltanto cianciare a vanvera, senza mai accettare di discutere la questione con il dovuto rispetto per le preoccupazioni dei lavoratori. D'altra parte, partendo dalle cifre stanziate dall'amministrazione comunale per la gara d'appalto, era evidente il disegno di colpire i dipendenti della ditta appaltatrice, già quasi tutti con contratto part-time e, di conseguenza, con stipendi ridotti. Tale disegno è stato peraltro confermato da funzionari della GSA, che hanno parlato di una inevitabile riduzione dell'orario di lavoro a fronte della copertura finanziaria garantita dalla giunta Barbero.
Tutto questo si scontra con un'altra contraddizione evidente: ai lavoratori è stato imposto un maggior carico di lavoro, che in nessun modo potrà essere svolto stante l'orario previsto!"

In occasione dell'ultimo sciopero degli addetti alle pulizie dell'Uspidalì, il sindaco si era impegnato a riaprire la discussione.  
E' necessario - conclude Corvaio (nella foto) - che l'opinione pubblica rifletta su come sia possibile garantire un servizio decente dopo un simile taglio; e che si chieda, altresì, come possano letteralmente sopravvivere i lavoratori del settore – che da anni sono impegnati in questa attività, tra le peggio retribuite in assoluto".

Il sindacato chiede solidarietà e aiuto da tutte le persone coinvolte su questo problema, "perchè non è con lo sfruttamento dei dipendenti e degli utenti che si garantiscono i servizi pubblici".
27/10/2017

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Case vuote, persone senza casa
Case vuote, persone senza casa