Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Tortona

Rifiuti: superata la fase critica, si torna alla normalità. Anche in Aral

Si può dire quasi conclusa la fase di criticità della discarica del comune di Tortona, dopo che nei mesi estivi è stato comunicato lo stop al conferimento per il trattamento del rifiuto indifferenziato in Aral (coinvolta in una inchiesta giudiziaria). "Qualche settimana e l'impianto di Aral dovrebbe riprendere a funzionare, riportando tutto alla normalità"
 TORTONA - E’ stata superata la fase critica e si sta avviando alla normalizzazione l’operatività della discarica di Tortona che, a seguito delle problematiche giudiziarie che hanno travolto Aral, ha dovuto nel corso dei mesi estivi gestire una situazione di emergenza.

Srt, società che gestisce la discarica, si avvale infatti di Aral S.p.a. per l’obbligatorio trattamento del rifiuto urbano indifferenziato in virtù della convenzione di ambito stipulata nel 2013 e con scadenza a fine del 2019.

Il 26 luglio, senza preavviso, Aral ha informato di non essere più in grado di gestire regolarmente i flussi di rifiuti per problematiche impiantistiche. Per far fronte a questa situazione di emergenza ed evitare criticità estreme come il rallentamento della raccolta dei rifiuti stradali con conseguenti problemi di tipo igienico sanitario Srt ha verificato e individuato soluzioni di trattamento dei rifiuti in impianti alternativi quali TRM Torino, GAIA Asti, Asrab Cavaglià e CSEA Saluzzo.

Ma anche con l'impianto di Torino nel mese di agosto ci sono state problematiche: la sospensione per manutenzione dell’impianto di Torino ha nuovamente aggravato la situazione costringendo Srt ha creare all’interno dei propri siti delle aree di deposito preliminare in attesa di trattamento. Per fortuna dopo poco TRM Torino ha ripreso regolarmente l’attività consentendo non solo la regolarità dei flussi di rifiuto verso l’impianto ma anche un graduale smaltimento di quanto temporaneamente depositato all’interno della discarica tortonese.

Anche Aral sembra avviata ad una soluzione impiantistica che le consentirebbe nel breve periodo di rimettere i funzione l'impianto per il bacino alessandrino. Qualche settimana dunque e la situazione dovrebbe tornare alla normalità sia per quanto riguarda l’impianto tortonese che per la più generale gestione del trattamento rifiuti di ambito alessandrino.

“E’ stata una situazione molto critica – spiega l’assessore all’Ambiente del Comune di Tortona Davide Fara – che ha rischiato a tratti di diventare emergenza. Devo dire che in stretta collaborazione con la Provincia di Alessandria e grazie all’operato di Srt siamo riusciti a superare il momento difficile e stiamo tornando alla normalità” .
24/09/2017

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Case vuote, persone senza casa
Case vuote, persone senza casa
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Grave episodio a Tortona
Grave episodio a Tortona
Sindacati in piazza contro il Governo: tagli inaccettabili alle pensioni
Sindacati in piazza contro il Governo: tagli inaccettabili alle pensioni
Ex Simple Minds trascinatori della festa di Capodanno
Ex Simple Minds trascinatori della festa di Capodanno
Inaugurato il Bosco Rotariano
Inaugurato il Bosco Rotariano