Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Economia e Lavoro

Presidio sotto la Prefettura: "non ci sono maestre di serie A e altre di serie B"

Le "maestre senza laurea" e i rappresentanti sindacali di Cgil, Cisl, Uil Snals e Gilda hanno organizzato un sit-in sotto il palazzo della Prefettura in attesa che una delegazione fosse ricevuta dal Prefetto. "Diplomati magistrali esclusi dalla Gae, la graduatoria ad esaurimento? Serve una soluzione politica che ricomponga i diritti di tutti"
 ECONOMIA E LAVORO - Vogliono mantenere alta l'attenzione, in modo che “si decida qualcosa prima di marzo, prima della fine della legislatura, altrimenti i tempi poi si allungherebbero troppo”. E solo i diretti protagonisti cioè le maestre e i maestri delle scuole dell'infanzia e primarie sanno cosa vuol dire continuare nel proprio lavoro con l'angoscia che quello che fino ora è stato il loro “ruolo” nell'educazione dei più piccoli potrebbe finire per una sentenza del Consiglio di Stato che d'improvviso non ammette più i cosiddetti “senza laurea” cioè i diplomati magistrali che rischiano oggi di venire esclusi dalle graduatorie Gae.

Così i sindacati (Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola, Gilda-Unams e Snals- Confiscal) insieme alle maestre delle scuole della provincia di Alessandria hanno dato vita nella giornata di venerdì 26 gennaio ad un presidio sotto il palazzo della Prefettura, in attesa che una delegazione fosse ricevuta dal Prefetto di Alessandria, Romilda Tafuri.

Cartelli dagli slogan più e meno pungenti: “I diplomati magistrali non intendono mollare”, ma anche “Se non posso fare la maestra farò il ministro” (con riferimento alla ministra Fedeli, senza laurea). Ad essere scesi in piazza sono proprio quegli insegnati, sia precari, ma anche persone che lavorano a contatto con i ragazzi da anni, di ruolo ma che “non sono laureati”. Ora la possibilità di “bloccarli” ed escluderli dalla graduatoria ad esaurimento, mette a serio rischio il loro lavoro.
Anche cori: “la maestra è qua, la maestra è qua e il suo posto difenderà”. Oltre alle esperienza, alle storie di alcuni di questi insegnanti che non vogliono essere considerati di “serie B”. Nessuna “rivalità” con le nuove leve, con i laureati in Scienze della Formazione, “ma il giusto rispetto, il mantenimento dei diritti, che si sono acquisiti in anni di lavoro sul campo, nelle scuole, e alla professionalità che non si decide sulla base di un certificato di laurea”.

Una delegazione di 5 rappresentanti delle sigle sindacali e tre maestre è stata ricevuta dal Prefetto che “ha voluto ascoltare un po' tutta la vicenda, fin dalle sue origini, dei diplomati magistrali” come ha spiegato Serena Morando della Cgil. “Importante per capire davvero qualcosa di più, sono state le testimonianze delle tre  maestre salite con noi”. In Prefettura sono stati “presi appunti” e i sindacati hanno lasciato anche il loro “volantino” con le richieste politiche al Miur, con il quale è aperto un tavolo. “Lo scopo del sit-in di ieri – come hanno confermato i sindacalisti – è quello di fare pressioni al tavolo del Miur, che si dovrebbe nuovamente riunire entro fine mese”. Intanto bandiere che sventolavano, voglia di farsi sentire, e anche blocco a tratti del traffico in piazza della Libertà per una categoria che non ha intenzione di smettere di lottare e che in provincia coinvolge circa 300 insegnanti di quelli indicati ora non “più idonei” al loro lavoro.
27/01/2018

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Case vuote, persone senza casa
Case vuote, persone senza casa
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Grave episodio a Tortona
Grave episodio a Tortona
Sindacati in piazza contro il Governo: tagli inaccettabili alle pensioni
Sindacati in piazza contro il Governo: tagli inaccettabili alle pensioni
Ex Simple Minds trascinatori della festa di Capodanno
Ex Simple Minds trascinatori della festa di Capodanno
Inaugurato il Bosco Rotariano
Inaugurato il Bosco Rotariano