Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Ovada

Premio Bovone: focus su su impresa creativa e crescita

Si presenta con una traccia sviluppata per i giovani e il territorio l’edizione del “Premio Luigi Bovone”, istituito dalla signora Ada Bruzzo Bovone per ricordare la figura di uno degli imprenditori più importanti della nostra zona e al tempo stesso promuovere la formazione delle nuove generazioni

OVADA - Un’opportunità per riflettere ed esprimere le proprie idea sul tema dello sviluppo dell’Ovadese dal punto di vista dell’impresa creativa e culturale. E’ la traccia sviluppata per l’edizione del “Premio Luigi Bovone”, istituito dalla signora Ada Bruzzo Bovone per ricordare la figura di uno degli imprenditori più importanti della nostra zona e al tempo stesso promuovere la formazione delle nuove generazioni. A organizzarlo è il Rotary Club “Del Centenario” di Ovada. La serata conclusiva con la premiazione si terrà il prossimo 22 maggio. Le imprese creative e culturali possono creare economia e generare nuove opportunità di lavoro, ma quali competenze e quali risorse personali sono necessarie oggi per realizzare tali attività? Guardando vecchie foto, ascoltando i racconti dei ragazzi di allora, quelli che sono gli adulti di oggi, e  coloro che stanno entrando nella terza età, potrebbe sembrare che fosse tutto più facile e possibile o che quelle persone fossero dotate di poteri straordinari.

Quali talenti occorre allora sviluppare per accettare la sfida e sulla base del nostro patrimonio culturale utilizzare le innovazioni tecnologiche che sempre più appartengono alla quotidianità? Ai giovani ovadesi di oggi chiediamo di diventare esploratori e raccontare buone idee di impresa viste altrove o completamente nuove che possano generare nuove professioni o innovare le esistenti proprio a partire da Ovada e dall'ovadese.
Nel tempo del boom economico, l'ovadese costruì una rete di imprese agricole, artigiane e industriali che crearono occupazione e benessere per generazioni. Su quella ricchezza si è sviluppata nel tempo una società capace di accogliere nuovi cittadini e moltiplicare il benessere ma che oggi sembra stanca e incapace di accettare l'eredità di un passato fatto di piccoli e grandi imprenditori. Nuove opportunità di sviluppo e innovazione si presentano in questo mutato contesto, dove è più facile talvolta partire, magari per poi tornare, invece che restare e costruire: terra, turismo, cultura, tecnologia non sono ambiti tra di loro separati ma costituiscono oggi un tessuto comune su cui disegnare e realizzare le nuove "industrie" del futuro.

25/02/2018

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Case vuote, persone senza casa
Case vuote, persone senza casa
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Grave episodio a Tortona
Grave episodio a Tortona
Sindacati in piazza contro il Governo: tagli inaccettabili alle pensioni
Sindacati in piazza contro il Governo: tagli inaccettabili alle pensioni
Ex Simple Minds trascinatori della festa di Capodanno
Ex Simple Minds trascinatori della festa di Capodanno
Inaugurato il Bosco Rotariano
Inaugurato il Bosco Rotariano