Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Tortona

Praticar, è rottura tra sindacati e azienda

La Filcams-Cgil “boccia” il piano che prevede la cassa integrazione per tre dipendenti “scelti dall’azienda, senza prospettive di rientro” e stigmatizza Uiltucs che ha, invece, firmato l’accordo
E’ rottura tra Filcams-Cgil e la Praticar di Tortona sul piano di scorporo e riorganizzazione.
Nei giorni scorsi, presso l’Ascom di Alessandria, le parti si sono incontrate per discutere sullo scorporo dell’azienda stessa in due società distinte, e, in aggiunta, un ridimensionamento di personale che, nelle intenzioni iniziali della Praticar, comportava una riduzione degli addetti.

“Dopo alcuni incontri in cui l’azienda ha modificato, solo in parte, la propria posizione, senza ritirare la spada di Damocle dei licenziamenti, si è constatata l’impossibilità della nostra organizzazione di sottoscrivere alcuna intesa; su questo, dissenziente la Uiltucs che, invece, ha sottoscritto l’accordo”, spiegano dalla Filcams Cgil.

L’accordo proposto prevede la messa in cassa integrazione in deroga fino a dicembre 2011 di tre persone scelte dall’azienda – senza rotazione – più altre cinque che passeranno da tempo pieno a tempo parziale, “senza la previsione di alcun automatismo per eventuali rientri in forza lavorativa in caso di mancata riconferma a fine anno della cassa integrazione, pur considerando che alcuni lavoratori possono essere prossimi alla pensione, quindi con rischio di grave danno e, comunque, un accordo in contrasto con le norme di legge”.

Dice Antonio Olivieri di Filcams: “riteniamo questa operazione gravemente lesiva per i diritti dei lavoratori in cassa integrazione e per quei lavoratori che si vedranno lo stipendio dimezzato per sempre; un pericoloso precedente che, in tempi di crisi, può trovare schiere di adepti tra i padroni. Grave è l’atteggiamento della Uiltucs provinciale che, firmando l’accordo, di fatto, ha accettato che lavoratori scelti unilateralmente dall’azienda vengano messi in cassa senza prospettive certe di rientro, o ridotti a part-time”.

Nei prossimi giorni, ci sarà un incontro presso la Direzione provinciale del Lavoro.
“Comunichiamo già sin d’ora che, se le cose resteranno tali, adiremo le vie legali per tutelare i lavoratori chiamati a sopportare i costi dei sacrifici aziendali”.
26/10/2011

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Case vuote, persone senza casa
Case vuote, persone senza casa