Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Finanziamenti Europei

Stimolare strategie innovative per occuparsi della disparità tra i sessi

Questa la finalità del bando emanato dall'Unione Europea in scadenza a ottobre 2015. La misura intende intervenire per promuovere l’uguaglianza di genere in Ricerca ed Innovazione con gli obiettivi di: abbattere le barriere alla selezione, all’assunzione e all’avanzamento professionale delle ricercatrici; occuparsi degli squilibri di genere nei processi decisionali; rafforzare la dimensione di genere nei programmi di ricerca
FINANZIAMENTI EUROPEI - La parità di genere è una priorità chiave della European Research Area Communication. “Una rafforzata Area di Ricerca Europea: Collaborazione per Eccellenza e Crescita, che invita gli Stati Membri, organizzazioni di ricerca (RPOs – research performing organisations), includendo Istituti di Istruzione Superiore, così come organizzazioni di finanziamento per la ricerca (RFOs – research funding organisations) ad intervenire per promuovere l’uguaglianza di genere in Ricerca ed Innovazione con i seguenti obiettivi: 
  • Abbattere le barriere alla selezione, all’assunzione e all’avanzamento professionale delle ricercatrici;
  • Occuparsi degli squilibri di genere nei processi decisionali;
  • Rafforzare la dimensione di genere nei programmi di ricerca.
Proprio per questo l'Unione Europea emana il bando dal titolo "Supporto per le organizzazioni di ricerca per attuare piani di parità di genere GERI-4-2015"

Campo di applicazione: L’azione garantisce sostegno alle organizzazioni di ricerca e alle organizzazioni di finanziamento per la ricerca al fine di supportare cambiamenti istituzionali strutturali, in particolare attraverso l’attuazione di Piani di Parità di Genere (GEPs - Gender Equality Plans). I Piani di Parità di Genere devono: 
Condurre la valutazione d’impatto/revisione delle procedure e delle pratiche, includendo dati rilevanti nella gestione delle risorse umane, attività di insegnamento e di ricerca, al fine di identificare pregiudizi di genere a livello di organizzazione;
Applicare strategie innovative per occuparsi della disparità tra i sessi; ciò deve includere politiche attente alle esigenze delle famiglie (per esempio flessibilità del programma di lavoro; congedo parentale; mobilità, coppie con duplici carriere); programmazione e bilancio di genere; formazione sulla parità di genere nella gestione delle risorse umane; sviluppare la dimensione di genere in programmi e contenuti di ricerca; integrare studi di genere nei vari indirizzi degli Istituti di Istruzione Superiore;
Prefissare degli obiettivi e monitorare i progressi attraverso indicatori a livello di organizzazione.

Le organizzazioni di ricerca, compresi gli Istituti di Istruzione Superiore, e le organizzazioni di finanziamento per la ricerca coinvolti nel consorzio devono essere ad una fase iniziale della creazione di Piani di Parità di Genere e devono assicurare il supporto dal loro livello più alto di gestione. La partecipazione di associazioni professionali nel consorzio è raccomandata. Le proposte devono includere una prima valutazione dei problemi di genere in ogni organizzazione partner. Inoltre, devono collocare i Piani di Parità di Genere previsti in relazione con esistenti disposizioni nazionali relative alla parità di genere nella ricerca, e spiegare come essi contribuiranno al raggiungimento degli obiettivi riguardanti l’uguaglianza di genere dell’Area di Ricerca Europea (ERA – European Research Area). Le proposte devono includere una metodologia per monitorare e valutare imparzialmente i progressi compiuti per tutta la durata del progetto. Questa attività deve essere dedicata ad una specifica organizzazione partner o subappaltata. Questa azione sarà inoltre promossa attraverso l’iniziativa EURAXESS operazione Transnazionale SEAC.3.2014 della rete di servizi EURAXESS. 

La Commissione considera che le proposte richiedenti un contributo dall’Unione Europea tra 1.5 e 2.3 milioni di euro permetteranno a questa specifica sfida di essere adeguatamente affrontata. Ciò nonostante, questo non vieta la presentazione e la valutazione di altre proposte richiedenti importi differenti.

Impatto atteso: Le attività accresceranno il numero di organizzazioni di ricerca e di finanziamento per la ricerca attuando piani di parità di genere perseguendo i tre obiettivi citati nella sfida. Nel medio fino al lungo termine, le attività contribuiranno al raggiungimento dell’Area di Ricerca Europea in particolare aumentando il numero di ricercatrici, migliorando le loro carriere e la loro mobilità, così contribuendo all’intensità di ricerca. L’integrazione della dimensione di genere nei programmi e nei contenuti di ricerca accrescerà il valore sociale delle innovazioni e l’idoneità dei prodotti innovativi.

Beneficiari: Qualsiasi soggetto giuridico, università o centro di ricerca stabilito nei 28 paesi UE, paesi EFTA/SEE (Norvegia, Islanda e Liechtenstein); paesi candidati; paesi ICPC (International Cooperation Partner Countries); Organizzazioni internazionali anche di paesi terzi non ICPC; soggetti giuridici 
sprovvisti di personalità giuridica, con responsabilità contrattuale e finanziaria. Verificare il bando originale per le eccezioni.

Programma
HORIZON 2020

Priorità: La scienza con e per la società

Azione Promuovere l’uguaglianza di genere nella ricerca e innovazione

Tipo di azione
: Azioni di Coordinamento e Supporto

Contributo a fondo perduto: 100% dei costi totali ammissibili.

Scadenza bando: 15-10-2015

Link: http://ec.europa.eu/research/participants/portal/desktop/en/opportunities/h2020/topics/2415-geri-4-2015.html#tab2

Budget: 7 milioni di euro.
Per INFO:
LAMORO scarl
Via Leopardi, 4 14100 ASTI
0141-532516
info@lamoro.it 
25/08/2015

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Case vuote, persone senza casa
Case vuote, persone senza casa