Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Lavoro

Padri e figli “concorrenti” sul mercato del lavoro

In Provincia il tasso di disoccupazione è del 28,6% nella fascia tra i 25 e i 34 anni che si contende il mercato con l'alto numero di lavoratori fuoriusciti a causa della crisi. L'80% dei contratti, inoltre, sono a tempo determinato; di questi il 20% sono interinali
Se è ormai inevitabile che il lavoro sia sempre più precario, che sia, almeno, un "buon precariato". E' uno dei concetti emersi oggi nel corso di un convegno organizzato da Cisl e Felsa, federazione Lavoratori Somministrati Autonomi Atipici, in cui si è fatto il punto sulla normativa e sui dati provinciali.

In Provincia le ultime rilevazioni evidenziano che il tasso più alto di disoccupazione (28,6%) interessa le persone comprese tra i 25 ed i 34 anni, mentre tra i giovani che hanno dai 15 ai 24 anni il tasso di disoccupazione si colloca intorno all’11,5%.
Si pone dunque da un lato il problema dell’inserimento dei giovani nel mercato del lavoro, dall’altro la ricollocazione dell’alto numero di lavoratori usciti dal mercato del lavoro a causa della crisi: nel primo semestre del 2011, infatti, su un platea provinciale di circa 30 mila disoccupati, il 40% circa è ricompreso nella fascia d’età tra i 35 e 49 anni.
Allineandosi all’andamento nazionale, anche nella nostra provincia 8 contratti su 10 sono a tempo determinato: l’incidenza più alta (97%) si registra in agricoltura visto l’alto numero di lavori stagionali; a seguire nell’industria manufatturiera (88%) dove il ricorso al lavoro interinate (in somministrazione) è significativo. "Emerge il fatto che si sta alzando la media d'età dei lavoratori che ricorrono al lavoro interinale. Mentre in passato era una prerogativa soprattutto dei più giovani, oggi non è più così anche perchè le agenzie di lavoro interinale possono impiegare anche personale in mobilità", spiega Paolo Toriggia, segretario Felsa. Gli ultraquarantenni sono infatti ormai il 25% degli interinali.

La somministrazione di manodopera in provincia costituisce il 20% su totale dei contratti a termine avviati nel 2011 (8.912 gli avviamenti al lavoro registrati, circa 4.000 i lavoratori che hanno svolto “missioni” di lavoro in provincia) di cui: il 58% impiegato nel settore dell’industria (in larghissima parte quella del comparto chimica e gomma-plastica che assorbe circa l’80% dei lavoratori temporanei impiegati in provincia); il 42% impiegato nel settore terziario e dei servizi
il rimanente 0,2% nel settore agricolo

Gli avviamenti al lavoro con contratto di somministrazione, dopo una forte flessione registrata nel 2009, hanno avuto una ripresa graduale, registrando in provincia di Alessandria un +6,4% dal 2010 al 2011 (+10% a livello nazionale).


“Ci troviamo oggi in quella che viene definita la ‘società dei lavori’, scenario caratterizzato da una marcata individualizzazione dei rapporti di lavoro, dalla frammentazione dei percorsi lavorativi, sia in termini di tempi di lavoro, sia anche per l’appartenenza a più organizzazioni produttive, il che ci porta a parlare sempre meno del posto fisso ma di tipologie di lavoro flessibili a cui bisogna dare risposte sempre più adeguate,” riflette Alessio Ferraris (foto a destra), segretario generale Cisl Alessandria, che sottolinea: “Occorre distinguere tra una reale esigenza di flessibilità in entrata da parte delle aziende, dovuta a picchi produttivi, dalle forme di flessibilità malate, da quegli abusi che vogliamo combattere e cancellare, facendo appunto costare di più il lavoro flessibile”.

“L’iniziativa, che la Felsa nazionale sta organizzando in molti territori, vuole promuovere tutti quei sostegni al reddito e servizi destinati alle fasce di lavoratori più deboli sul mercato del lavoro, tutele in molti casi ancora poco conosciute ma fondamentali per poter parlare di una flessibilità buona al posto della precarietà”, spiega Paola Toriggia, segretario provinciale della FeLSA Cisl.

23/04/2012

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Case vuote, persone senza casa
Case vuote, persone senza casa