Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Orrori da abitare: Alessandria piena di alloggi sfitti perché invivibili

Gli anni Settanta hanno lasciato "casermoni" orribili che se non ristrutturati perdono di valore e nessuno li vuole. I consigli dell'esperto
ALESSANDRIA - Già il mercato immobiliare ad Alessandria è quello che è, in più se i proprietari di case non si decidono a rendere più accoglienti gli immobili, hai voglia a smuovere le compravendite. Anche il settore affitti potrebbe migliorare se solo i mandrogni fossero più lungimiranti, dote di cui i figli di Gagliaudo storicamente non brillano.

Di alloggi sfitti ad Alessandria ce ne sono molti, ma tanti sono oggettivamente messi male. Pagano il “medioevo” immobiliare degli anni '60 e '70, insomma (ammesso che il Medio Evo sia un'epoca buia), quando il boom economico imponeva di costruire tanto e velocemente, senza badare né all'estetica, né alla qualità.
Ci hanno lasciato in eredità casermoni multipiano che in confronto gli appartamenti della DDR a Berlino Est erano suite. “Fino agli anni '80 si è costruito senza badare alla qualità”, conferma Franco Repetto, presidente provinciale FIAIP (agenti immobiliari), “Bisogna investire, altrimenti non se ne viene fuori assolutamente”.

Le cucine con il piano in marmo, il bagno della nonna a piastrelline rosa, le porte in tamburato col vetro al centro o il riscaldamento centralizzato che va ancora a nafta: sono alcuni degli orrori che si possono trovare oggi in troppi appartamenti di Alessandria, il cui mercato immobiliare che non brilla certo per vivacità, ma che potrebbe sicuramente andar meglio se gli alessandrini si decidessero a mettere mano al portafogli e a puntare di nuovo sul mattone.

Non è un azzardo, assicura Repetto: “Gli investimenti vengono ripagati nel tempo con gli affitti e con una rivalutazione dell'immobile che può anche raddoppiarne il valore. E grazie alle agevolazioni su infissi, mobili e ristrutturazioni e i bonus casa, le rate del mutuo non sono così gravose".

“Alessandria recepisce lentamente i cambiamenti e le innovazioni”. Nulla di nuovo. I proprietari molto lentamente stanno capendo il passaggio obbligato delle ristrutturazioni, sia per avere immobili decenti da proporre, sia per alzare l'offerta, visto che la richiesta di locazioni c'è eccome.
 
29/05/2016

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Case vuote, persone senza casa
Case vuote, persone senza casa