Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Finanziamenti regionali

Mercato digitale, un aiuto per le imprese artigiane piemontesi

Il bando della Regione, in scadenza a fine ottobre 2017, intende sostenere e facilitare l’ingresso e la partecipazione delle imprese artigiane piemontesi in piattaforme di e-commerce operanti a livello internazionale
FINANZIAMENTI REGIONALI - La Regione Piemonte, rilevato l’affermarsi di nuove modalità di commercializzazione dei prodotti e che il mercato digitale è in continua e costante crescita, intende sostenere e facilitare l’ingresso e la partecipazione delle imprese artigiane piemontesi in piattaforme di e-commerce operanti a livello internazionale.

Potranno partecipare al bando le imprese artigiane piemontesi che al momento della presentazione della domanda siano in possesso dei seguenti requisiti:
1) annotazione della qualifica di impresa artigiana nel registro imprese delle CCIAA del Piemonte con sede operativa attiva in Piemonte;
2) svolgano attività prevalente (codice ATECO 2007) in tutti i settori ammessi dal regolamento “De minimis” e non rientranti pertanto nelle attività economiche escluse o ammesse con le limitazioni in base al Regolamento (CE) n. 1407/2013 “De minimis”;
3) non siano soggette a procedure concorsuali e non siano in stato di insolvenza dichiarato secondo la normativa in vigore;
4) siano in regola con i versamenti contributivi e previdenziali (DURC)
5) per tale finalità abbiano sostenuto una spesa nel periodo che va dal 1° gennaio 2017 al 30 settembre 2017.

Importo del Voucher
L’agevolazione consiste in un contributo a fondo perduto (voucher) fino al 75% della spesa ammissibile sostenuta, di cui all’elenco del successivo punto 5 e, comunque, non superiore ad Euro 1.500,00.
Nel caso di realizzazione di più vetrine su diverse piattaforme i limiti sopra indicati rimangono comunque invariati.
La percentuale indicata (75%) sarà proporzionalmente ridotta tra tutte le domande valide pervenute qualora le risorse di cui al punto 6 non fossero sufficienti a coprire il fabbisogno.

Requisiti piattaforme ammesse
Il contributo è riconosciuto all’impresa artigiana per la creazione e gestione di “vetrine elettroniche” inserite all’interno di piattaforme di e-commerce aventi i seguenti requisiti:
a) operatività estesa a livello almeno europeo;
b) presenza sul mercato on line da almeno 10 anni;

Spese ammissibili
Sono finanziabili, oneri finanziari esclusi, le spese riguardanti:
- composizione e aggiornamento delle pagine della vetrina elettronica sulla piattaforma di ecommerce;
- realizzazione di fotografie e traduzioni in multilingue per la creazione della vetrina elettronica;
- canoni o abbonamenti dovuti per la presenza della vetrina elettronica sulla piattaforma di ecommerce;
- registrazione del marchio aziendale sui mercati extra UE.
Tali spese sono ammissibili se sostenute e quietanzate in data precedente alla presentazione della domanda e comunque nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2017 e il 30 settembre 2017.
Le fatture dovranno risultare emesse a carico esclusivamente del soggetto beneficiario del contributo. Non saranno rimborsate le spese riferite a fatture emesse a carico di soggetti diversi dal beneficiario.

Risorse
Le risorse regionali, pari ad Euro 50.000,00, destinate alla erogazione dei voucher e-commerce sono stanziate sul capitolo 154204/2017 del Bilancio di previsione finanziario 2017-2019.

De Minimis e cumulabitità’
Le agevolazioni previste sono concesse nel rispetto del “de minimis” ai sensi del Regolamento (UE) n. 1407/2013 della Commissione del 18/12/2013, (pubblicato sulla Gazzetta ufficiale dell’Unione europea n. L 352/1 del 24/12/2013) ed in conformità alla D.G.R. 43-6907 del 17 settembre 2007 per quanto compatibile e non devono essere preventivamente notificate alla U.E. purché soddisfino le condizioni stabilite dal predetto regolamento.
Il contributo è cumulabile con altre forme pubbliche di contribuzione fino al raggiungimento del 75% della spesa ammissibile e comunque fino ad un importo massimo di Euro 1.500,00. Pertanto la spesa ammissibile sarà valutata al netto dei contributi già erogati da altri enti pubblici per la stessa finalità.

Termini e modalità di presentazione della domanda
La domanda deve essere inoltrata dall’impresa artigiana a far data dal 1° Settembre 2017 al 31 Ottobre 2017.
La domanda deve essere presentata alla Direzione Competitività del Sistema regionale, Settore Artigianato, utilizzando esclusivamente il modello di domanda contenuto nell’allegato 2 alla presente determinazione dirigenziale.
La domanda di contributo deve essere inoltrata esclusivamente da un indirizzo di posta elettronica certificata all’indirizzo di posta elettronica certificata indicato (cioè da PEC a PEC) mediante la compilazione del MODELLO DI DOMANDA con gli allegati e la documentazione richiesti presentati obbligatoriamente mediante invio al seguente indirizzo PEC regionale: artigianato@cert.regione.piemonte.it
A ciascun messaggio trasmesso alla casella PEC dovrà corrispondere un’unica domanda. NON è ammessa la trasmissione di più domande all’interno della stessa PEC.
Il modello di domanda deve essere sottoscritto dal legale rappresentate dell’impresa artigiana e compilato in ogni sua parte.
Le dichiarazioni in essa contenute costituiscono dichiarazioni sostitutive di atto di notorietà e sono rese ai sensi del D.P.R. 445/2000.
Le domande di contributo sono soggette a imposta di bollo di Euro 16,00.

http://www.regione.piemonte.it/bandipiemonte/cms/finanziamenti/contributi-sostegno-delle-imprese-artigiane-piemontesi-la-realizzazione-e-gestione-di
link al bando in originale con schema domanda di contributo
per info
Lamoro scarl
Via Leopardi, 4 14100 Asti
0141-532516
info@lamoro.it
 
26/09/2017

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Case vuote, persone senza casa
Case vuote, persone senza casa
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Grave episodio a Tortona
Grave episodio a Tortona
Sindacati in piazza contro il Governo: tagli inaccettabili alle pensioni
Sindacati in piazza contro il Governo: tagli inaccettabili alle pensioni
Ex Simple Minds trascinatori della festa di Capodanno
Ex Simple Minds trascinatori della festa di Capodanno
Inaugurato il Bosco Rotariano
Inaugurato il Bosco Rotariano