Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Sciopero, molto rumore, poche adesioni: circa 700 i partecipanti

Presidio e corteo dei sindacati Cgil, Cisl e Uil per dire no agli esuberi. "Il problema non riguarda solo i dipendenti pubblici che rischiano il licenziamento e lo Stato non può abbandonare Alessandria". Circa 700 i partecipanti [AGGIORNAMENTI]
12:00 Conclusa la manifestazione
Dopo essere arrivato sotto Palazzo Rosso e aver gridato le proprie ragioni, il corteo si è sciolto. La manifestazione voluta da Cgil, Cisl e Uil è terminata

9:40 Bianco (Cgil): "Sciopero contro il Governo e l'amministrazione"
Stefano Bianco (Cgil): "Questo è uno sciopero diretto a Roma perché ci sia più attenzione da parte del Governo verso la città. Ma anche l'amministrazione ha grosse responsabilità: infatti non ha presentato un piano di risanamento di risanamento ma un piano di esuberi delle partecipate".

9.35 La protesta si sposta verso il Comune
Maura Settimo (Uil): "La protesta si sposta in Comune. Blocchiamo la città perché Alessandria è bloccata dall'immobilismo di questa amministrazione che dovrebbe essere vicina ai lavoratori e invece essa stessa mette a repentaglio i posti di lavoro”.

9:30 Blocco revocato: il traffico torna regolare
Il blocco del traffico è stato tolto, il traffico è tornato regolare. La protesta si sposta verso il Comune

9:20 Strada bloccata fino alla tangenziale
Proteste da parte di automobilisti che devono entrare in città. Viene fatta passare un'auto con a bordo una donna che sta per partorire.

9:15 Tiberti: "Alessandria non deve morire: appello ai politici
Silvana Tiberti, Segretario Generale Cgil Alessandria: "Alessandria non deve morire: questo è un appello a tutta la città. Non è solo un problema dei dipendenti pubblici, si tratta di un'economia che va a fonda se non otteniamo da Roma degli aiuti. Serve una rivoluzione civile. Si salva Napoli, il Maggio Fiorentino ma di Alessandria non si parla. Noi ci occupiamo di tutti, sono già affondati il mondo dell'artigianato e del commercio. Lo Stato non può abbandonare la nostra città e soprrattutto l'amministrazione non può pensare di salvare se stessa se non salva Alessandria. Questo è il momento dell'unità: tutta la rappresentanza politica si prenda in carico il destino dei lavoratori, della famiglie e delle aziende".


9:00
 Manifestazione in corso: traffico bloccato
Manifestanti con striscioni, bandiere e manifesti all'ingresso di Alessandria sulla strada da Spinetta. Il traffico è deviato all'altezza della rotonda.


ALESSANDRIA – Hanno scelto l'ingresso della città come “luogo simbolo” per il presidio organizzato a partire dalle 8 alle 12 di questa mattina, martedì i sindacati Cgil, Cisl e Uil che, unitariamente, hanno indetto uno sciopero di 8 ore per dire no agli esuberi annunciati con i piani industriali inviati a Roma. Piani che indicano come "via d'uscita" dalla crisi il ricorso agli ammortizzatori sociali (cassa integrazione in deroga o contratti di solidarietà) che però vengono letti come un preludio al licenziamento. I primi a farne le spese sono stati i 15 dipendenti del teatro alessandrino, già in cassa integrazione in deroga – e in scadenza. L'appuntamento è, quindi, a partire dalle 8 nell'area del cantiere del palazzo d'edilizia
I prossimi già annunciati saranno i dipendenti Aspal: tutti a casa, ad eccezione di otto del servizio informatico. In Atm si parla di 50 in contratto di solidarietà. Un bollettino di guerra, insomma, che i sindacati chiedono di fermare.
Oggi non ci sarà nessun corteo, solo un presidio in un “luogo simbolo”, la porta di ingresso della città: “una sorta di ultima difesa di Alessandria”, spiega Alessio Ferraris, segretario provinciale Cils. Ma anche un appello a Roma, dove giovedì si aprirà il tavolo interministeriale, “affinché si facciano finalmente fatti, non solo parole”.
Cgil, Cisl e Uil hanno rivolto un appello anche ai commercianti e al settore privato, “perchè a farne le spese non sono solo i dipendenti delle partecipate, ma l'intero sistema, l'intera città”.
Le associazioni di categoria dei commercianti esprimono solidarietà ai lavoratori ma chiedono che pari attenzione sia riservata anche al settore privato e che si possa aprire un tavolo di confronto aperto e sereno.
25/06/2013

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


StrAlessandria 2019
StrAlessandria 2019
'Canapa in Festival' a Borgo Rovereto, le immagini della prima edizione
'Canapa in Festival' a Borgo Rovereto, le immagini della prima edizione
Alessandria-Albissola 3-0, le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Albissola 3-0, le foto di Gianluca Ivaldi
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale