Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Novi Ligure

Il futuro del Cit legato alla gara sul Tpl

Giovedì 30 giugno si terrà una riunione tecnica in provincia proprio per analizzare e formulare la gara che verrà indetta a livello provinciale. C’è forte preoccupazione per il futuro del Cit: anche in consiglio comunale, a Novi, recentemente è stato affrontato il discorso
NOVI LIGURE - La gara che avrebbe dovuto portare all’ingresso di un partner privato nel Cit (Consorzio intercomunale trasporti) in base alle nuove norme che disciplinano il trasporto pubblico locale è illegittima, quindi ora bisogna esclusivamente concentrarsi sulla gara che sarà indetta a livello provinciale, come vuole la Regione. Giovedì 30 giugno, si terrà una riunione tecnica in provincia proprio per analizzare e formulare la gara stessa.

C’è forte preoccupazione per il futuro del Cit: anche in consiglio comunale recentemente, si è affrontato il discorso. I consiglieri comunali del Movimento 5 Stelle, Fabrizio Gallo e Giacomo Chirico hanno chiesto all’amministrazione cosa accadrà all’ente novese dopo l’esito del bando e soprattutto quale sarà il destino dei lavoratori. “Non c’è dubbio che la preoccupazione c’è – dice l’assessore al Bilancio, Simone Tedeschi – Noi siamo stati sempre l’unica amministrazione a essersi confrontata con le maestranze. La situazione è difficile e complessa. Oggi è comunque difficile fare previsioni su cosa accadrà una volta formulata la gara provinciale”.

Il sindaco Rocchino Muliere aveva già espresso, nei mesi scorsi, l’intenzione di dover mettere mano al Cit perché, è fuori di dubbio, che il trasporto pubblico specialmente quello urbano deve essere rimodellato sulle effettive esigenze della popolazione.

Ora la carica di presidente del Cit è vacante, dal momento che, il mese scorso, si è dimesso Federico Fontana, sulla base delle nuove disposizioni governative legate alla legge Madia sulla pubblica amministrazione. Fondamentale visto il percorso che dovrà affrontare il Cit nei prossimi giorni avere una figura apicale in grado di “traghettare” l’ente verso nuovi confini.
30/06/2016
Marzia Persi - m.persi@ilnovese.info

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Da Osaka ad Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Case vuote, persone senza casa
Case vuote, persone senza casa
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali