Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Lavoro

Garanzia Giovani: 179.439 i giovani registrati

Lo scopo dell’iniziativa è essenzialmente offrire una risposta ai giovani tra i 15 e i 24 anni, che ogni anno si affacciano al mercato del lavoro dopo la conclusione degli studi
PROVINCIA - Dal 22 aprile 2013 attraverso una Raccomandazione del Consiglio dell’Unione Europea è stata istituita la Garanzia per i Giovani: gli Stati devono garantire ai giovani con meno di 25 anni un’offerta qualitativamente valida di lavoro, di proseguimento degli studi, di apprendimento o di tirocinio o altra misura di formazione entro quattro mesi dall’inizio della disoccupazione o dall’uscita dal sistema di istruzione formale. Lo scopo dell’iniziativa è essenzialmente preventiva: offrire prioritariamente una risposta ai giovani tra i 15 e i 24 anni, che ogni anno si affacciano al mercato del lavoro dopo la conclusione degli studi. Per il contesto dell’Italia sono state predisposte anche azioni mirate ai giovani disoccupati e scoraggiati, che hanno necessità di ricevere un’adeguata attenzione da parte delle strutture preposte alle politiche attive del lavoro.

Dal 1° maggio 2014 in tutta Italia è iniziata la campagna relativa al Piano Nazionale Garanzia Giovani: il primo passo è stata la registrazione dei giovani in età 15-29 anni sul sito www.garanziagiovani.gov.it e poi i “passi” successivi sono stati le convocazione degli stessi per il colloquio di orientamento presso i servizi per il lavoro e l’inserimento nel mondo del lavoro. Il programma è rivolto anche agli stranieri “residenti” in Italia, anche se di cittadinanza diversa, gli iscritti risultano essere 7.248 (4% del totale dei giovani registrati).

A inizio settembre 2014 si sono registrati 179.439 giovani di cui 97.793 lo hanno fatto attraverso il sito nazionale e 81.646 attraverso i portali regionali. Se si analizza la provenienza geografica – il luogo di residenza – dei giovani si nota che la maggioranza risiede in Sicilia il 18% del totale (31.879 unità), poi Campania con il 14% (25.713 unità) e Lazio con il 7% (12.439 unità). Vi è stata una maggioranza di uomini che si sono registrati pari al 53% (94.405 unità) rispetto alle donne che sono il 47% (85.034 unità). In termini di età il 51% delle registrazioni ha interessato giovani di età compresa tra i 19 e i 24 anni, il 41% riguardano i giovani dai 25 ai 29 anni e l’8% sono registrazioni dei giovani tra i 15 e i 18 anni. Per quanto riguarda il titolo di studio i giovani registrati sono così suddivisi: il 21% ha conseguito una laurea, il 56% risulta essere diplomato e il rimanente 23% ha un titolo di studio di terza media o inferiore. Se si analizzano le adesioni si può notare che il 90% dei giovani ha effettuato una sola adesione mentre il restante 10% ne ha effettuate più di una. La regione che ha ricevuto il maggior numero di adesioni da giovani residenti in altre regioni è la Lombardia con 7.597 adesioni “esterne”.

In seguito alle registrazioni sono iniziate le attività di “presa in carico” dei giovani: 41.989 sono già stati chiamati dai servizi per il lavoro per il primo colloquio e la profilazione, tra questi 26.668 hanno ricevuto il primo colloquio di orientamento. In attesa della partecipazione alle singole misure a seguito degli avvisi regionali, continua l’inserimento “spontaneo” delle occasioni di lavoro. Anche attraverso i protocolli di intesa che il Ministero ha sottoscritto con alcune Associazioni Imprenditoriali, le aziende stanno inserendo occasioni di lavoro (vacancy) sul portale nazionale direttamente o per il tramite delle Agenzie per il lavoro. Dall’inizio del progetto le opportunità di lavoro complessive pubblicate sono pari a 10.369, per un totale di posti disponibili pari a 15.165. Il 71,3% delle occasioni di lavoro è concentrata al Nord, il 14,7% al Centro e il 13,9% al Sud, solo lo 0,1% rappresenta le occasioni di lavoro all’estero.
Nella provincia di Alessandria sono presenti i seguenti sportelli del Patronato Acli presso cui è possibile rivolgersi per ulteriori informazioni:

Sede Provinciale di Alessandria
Via Faà di Bruno 79
Tel. 0131/25.10.91 - Cell. 333.29.94.285

Sede Zonale di Casale Monferrato
Via Biblioteca 2
Tel. 0142/41.87.11 - Cell. 366.54.93.82

Sede Zonale di Tortona
Via Emilia 244 -15057 Tortona
Tel. 0131/81.21.91 - Cell. 333.29.94.285

Segretariato Sociale di Novi Ligure
Via P. Isola 54/56
Tel. 0143/74.66.97 - Cell. 331.57.46.362

Segretariato Sociale di Valenza
c/o Comunità Parrocchiale
Via Pellizari 1
Tel. 0131/94.34.04 – Cell. 392.70.51.519

Segretariato Sociale di Acqui Terme
Via Nizza 60/B
Tel. 345.16.19.239
25/10/2014

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani