Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Casale Monferrato

Delegazione dell'Onu nella capitale del freddo

Per consacrare il binomio cinquantennale Casale - freddo
CASALE MONGERRATO - A consacrare il legame cinquantennale Casale - freddo, si è svolta, nei giorni scorsi, la visita formativa di una delegazione delle Nazioni Unite è stata in città- A comporla erano l'alto funzionario Halvart Koeppen e componenti di Kyrgyzstan, Croazia,  Montenegro, Armenia e Macedonia, esperti nella materia che hanno seguito, in attesa del convegno "Casale capitale del freddo" che si tiene oggi, venerdì, un corso con esame teorico - pratico per ricevere il patentino europeo per frigoristi - Pef.  Pertanto, grazie alla collaborazione con il Centro studi Galileo, guidato dal segretario generale dell'Associazione tecnici del freddo e vice presidente Area, Marco Buoni, la delegazione ha partecipato ed ottenuto l'importante documento. Il capo delegazione Koeppen è oggi coordinato, unitamente al direttore del Dipartimento energia del Politecnico di Torino, Marco Masoero, del convegno che si tiene nella sala consigliare i palazzo San Giorgio su "Casale capitale del freddo". Protagoniste del simposio sono le imprese del settore freddo monferrine unite nel nuovo progetto curato in collaborazione con  il Comune di Casale e la società consortile Lamoro - Langhe Monferrato Roero, nell'ambito del progetto Hidden, del Centro di ricerca sul freddo al Castello del Monferrato a Casale. Il convegno,  premessa al quindicesimo Congresso internazionale, patrocinato dalla presidenza del Consiglio dei Ministri sarà il momento per fare il punto e rendere pubbliche le intenzioni del team che da mesi sta lavorando per lo sviluppo di un comparto vitale per Casale ed il Monferrato. Il convegno stesso era stato presentato nelle scorse settimane al summit di Ginevra nella pubblicazione Isi edita dal Centro studi Galileo in collaborazione con le Nazioni Unite (in questa edizione con la premessa del vice segretario generale Achim Steiner e del ministro dell'ambiente italiano Corrado Clini) insieme al responsabile Unep per l'ambiente e la refrigerazione Jim Curlin ed al premio Nobel Mario Molina, scopritore del buco dell'ozono.
30/11/2012

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Case vuote, persone senza casa
Case vuote, persone senza casa
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Grave episodio a Tortona
Grave episodio a Tortona
Sindacati in piazza contro il Governo: tagli inaccettabili alle pensioni
Sindacati in piazza contro il Governo: tagli inaccettabili alle pensioni
Ex Simple Minds trascinatori della festa di Capodanno
Ex Simple Minds trascinatori della festa di Capodanno
Inaugurato il Bosco Rotariano
Inaugurato il Bosco Rotariano