Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Agricoltura

Crisi delle pesche: anche la produzione alessandrina in ginocchio

Nei campi crisi profonda a causa della speculazione, la causa nella moltiplicazione dei prezzi dai produttori alla tavola. Acquese e Tortonese le zone che stanno pagando le spese maggiori
La crisi del mercato ortofrutticolo sta mettendo in serio pericolo l’intero settore della frutta made in Italy, assumendo contorni decisamente preoccupanti. “È determinante, in un momento come questo – dicono alla Coldiretti di Alessandria - promuovere e far conoscere il valore di prodotti ai quali tantissime persone devono rinunciare per i proibitivi prezzi al dettaglio mentre è crisi profonda nei campi”.
Le zone dell’Acquese e del Tortonese sono quelle che stanno risentendo maggiormente della crisi.
La pesca di Volpedo, un prodotto d’eccellenza ricercato e di fama, ora è svenduto dai produttori a poche decine di centesimi di euro al chilo, ben al di sotto dei costi di produzione, ma venduto a peso d’oro dai commercianti. Da una parte le imprese agricole rischiano di dover abbattere le piante, dall’altra i prezzi aumentano di cinque volte nel passaggio dal campo alla tavola.
“La causa va ricercata – precisano il presidente e il direttore della Coldiretti alessandrina Roberto Paravidino e Simone Moroni - nella moltiplicazione dei prezzi dal campo alla tavola che ha reso più onerosi gli acquisti, ma ha anche fatto crollare il reddito degli agricoltori che negli ultimi quindici anni sono stati costretti ad abbattere quasi la metà delle coltivazioni di pesche in Italia. La scomparsa del frutteto italiano ha effetti economici, ambientali, paesaggistici e anche per la salute perché rischia di privare i consumatori della freschezza di prodotti raccolti vicino a casa. L’ampia forbice dei prezzi tra produzione e consumo dimostra che c’è spazio da recuperare per garantire redditi soddisfacenti per le imprese e acquisti convenienti per i consumatori”
“Le motivazioni della crisi – continuano Paravidino e Moroni - sono congiunturali come l’andamento meteorologico che ha provocato la maturazione contemporanea di produzioni e l’emergenza dell’Escherichia Coli che ha causato il contenimento dei consumi, ma sotto accusa ci sono soprattutto l’inadeguatezza delle normative comunitarie per la prevenzione e la gestione delle crisi di mercato e la distribuzione commerciale che non è riuscita fino ad ora ad offrire prodotti di qualità al giusto grado di maturazione e a un prezzo equo per produttori e consumatori”.
Un dato allarmante, secondo Coldiretti: gli acquisti di frutta e verdura delle famiglie italiane sono passati da 450 chilogrammi a famiglia all’anno del 2000 ai 350 chilogrammi del 2010, con una riduzione del 22 per cento. Il calo continua anche nel 2011 con i consumi familiari di frutta e verdura che sono diminuiti del 9 per cento nel primo trimestre. Secondo l’ultima indagine dell’Antitrust sul settore ortofrutticolo i prezzi mediamente triplicano dal campo alla tavola, ma possono anche quadruplicare per la filiera lunga ovvero 3 o 4 intermediari tra produttore e distributore finale.
26/07/2011

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 

Facebook


Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Case vuote, persone senza casa
Case vuote, persone senza casa