Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Azienda speciale: lo spiraglio di salvezza per i precari dei nidi

Inizialmente il nuovo contenitore sarà solo per la fascia 0-3, ossia quella degli asili nido. Questo è quello su cui sta lavorando il tavolo tecnico dell'amministrazione comunale, insieme ai sindacati. Puleio: "Cerchiamo di fare la cosa più garantista e rassicurante per tutti"
Un “no” secco alla privatizzazione e all’esternalizzazione a cooperative del servizio degli asili nido comunali era già stato espresso dalla nuova amministrazione di Palazzo Rosso. Per trovare la “soluzione” alternativa la macchina comunale ha messo in piedi un vero e proprio tavolo tecnico (composto dal sindaco Rita Rossa, dall’assessore Nuccio Puleio, dall’assessore Claudio Falleti, dallo staff Avvocatura del comune e dai sindacati) che ormai da settimane sta lavorando per risolvere la questione lavorativa dei precari di questo settore.
Da valutare però ci sono molti elementi per poter mettere “nero su bianco” il passaggio ad un’azienda speciale (che resti fuori dalle clausole imposte dal mancato rispetto del Patto di Stabilità, cioè l’impossibilità di fare nuove assunzioni), che al suo interno deve racchiudere tutte le figure precarie dei nidi, operatrici e collaboratrici. “Per il momento lo studio sulla creazione di questo contenitore riguarda solo i nidi, cioè la fascia 0-3” ha dichiarato l’assessore Nuccio Puleio. Che ha anche sottolineato come non sia comunque semplice, perché “i problemi sono su tutto il servizio scolastico, cioè comprendono anche le problematiche legate ai precari delle materne”. La speranza è quella di arrivare “piano piano, gradualmente” a trasformare questo contenitore in un progetto che racchiuda la fascia di età 0-6, cioè che comprenda tanto gli asili nido, quanto le scuole dell’infanzia. Ma per il momento è difficile parlare di un'azienda speciale "0-6".

“Quello che l’amministrazione sta cercando di valutare, con ripetuti incontri tra tecnici e sindacati – spiega Puleio – è di fare la cosa più garantista e rassicurante per tutto il personale”. E su questo punto l’assessore ribadisce il proprio impegno a tranquillizzare “tutto il personale”, cioè anche i dipendenti di ruolo. “Con il termine distacco funzionale si è creata un po’ di paura tra i lavoratori del settore: non cambia la loro appartenenza, cioè restano a tutti gli effetti dipendenti comunali, solo ‘distaccati’”.
Uno spiraglio di salvezza per le operatrici precarie degli asili nido: ormai l’unico aspetto “spigoloso” sembra la corsa contro il tempo, vista l’imminenza della scadenza dei contratti con la fine del servizio e il nuovo anno a settembre, quando tutto dovrà essere già sistemato. “Entro la prossima settimana – conferma Puleio – è d’obbligo una definizione di questo nuovo contenitore, che sia una definizione concreta, più operativa”.
28/06/2012

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Case vuote, persone senza casa
Case vuote, persone senza casa
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Grave episodio a Tortona
Grave episodio a Tortona
Sindacati in piazza contro il Governo: tagli inaccettabili alle pensioni
Sindacati in piazza contro il Governo: tagli inaccettabili alle pensioni
Ex Simple Minds trascinatori della festa di Capodanno
Ex Simple Minds trascinatori della festa di Capodanno
Inaugurato il Bosco Rotariano
Inaugurato il Bosco Rotariano