Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Spinetta Marengo

Astra chiude lo stabilimento e per i dipendenti solo un'alternativa...

Sta per chiudere lo stabilimento Astra di Spinetta Marengo e per i dipendenti l'unica alternativa è quella di accettare il trasferimento a Galliate in provincia di Novara
SPINETTA MARENGO - L’ Astra Refrigeranti, azienda di Spinetta Marengo che produce scambiatori di calore, radiatori per navi aerotermi è stata assorbita dal gruppo Baglioni di Novara dalla fine del 2016. Dopo aver annunciato un interessante piano industriale che prevedeva buone prospettive per il sito spinettese, la realtà dei fatti si è rivelata purtroppo diversa. Ad inizio estate è stata richiesta la cassa integrazione ordinaria per far fronte ad un calo di lavoro. "A questo si è aggiunto nei mesi successivi - spiegano i sindacati Film Cisl, Fiom Cgil e Uilm Uil in un comunicato diramato agli organi di stampa - un fatturato non sufficiente a supportare le attività e la necessità di razionalizzare i costi di gestione e di riorganizzare ufficio tecnico e reparti produttivi per evitare le problematicità indotte dalla presenza di due stabilimenti distanti tra loro.

L’ esigenza di razionalizzare ha portato alla decisione di Astra di chiudere il sito di Spinetta Marengo con il conseguente trasferimento della produzione e degli uffici a Galliate. "Nelle intenzioni dell’azienda - continuano i sindacati - tutti i 57 dipendenti oggi in forza verrebbero trasferiti. La nostra provincia ha già perso molte aziende durante questi anni di crisi e l’Astra andrebbe ad allungare la lista. Il trasferimento, per chi lo subisce, non è di così facile gestione. Intanto un problema relativo ai costi di trasporto da sostenere e in seconda battuta la non possibilità per certi lavoratori ad accettare il trasferimento.

Dopo una prima assemblea con i lavoratori, le OO.SS. provinciali hanno espresso all’azienda tutta la contrarietà dei lavoratori rispetto al trasferimento così come in riferimento alle prospettive di stabilità occupazionale successive allo stesso. L’ Astra, di fatto, si è detta disponibile ad “aiutare“ chi si trasferisce con una somma forfettaria esigua, mentre chi è impossibilitato a trasferirsi non riceverebbe di fatto nulla di più di quanto dovuto per aiutarlo durante il periodo di Naspi che si troverebbe ad affrontare. Oggi in una seconda assemblea con i lavoratori sono state riportate da parte delle OO.SS territoriali le condizioni dettate dall’azienda, ritenute irricevibili. "Per questo motivo, - comunicano i sindacati - al fine di sostenere la necessità di raggiungere una copertura economica soddisfacente sia per chi accetta il trasferimento sia per chi non lo può accettare, la Rsu aziendale e Fim-Cisl, Fiom-Cgil e Uilm-Uil di Alessandria proclamano 8 ore di sciopero per la giornata di mercoledì 6 con presidio davanti allo stabilimento, confermando lo stato di agitazione e la possibilità di proseguire con le iniziative più opportune a sostegno della vertenza in atto".
6/12/2017

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Inaugurato il Bosco Rotariano
Inaugurato il Bosco Rotariano
Stefano Guala è l'imprenditore dell'anno
Stefano Guala è l'imprenditore dell'anno
Io lavoro 2018: occasione straordinaria per far incontrare domanda e offerta
Io lavoro 2018: occasione straordinaria per far incontrare domanda e offerta
La 'Marcia per l'acqua' contro la discarica di Sezzadio - 17 novembre 2018
La 'Marcia per l'acqua' contro la discarica di Sezzadio - 17 novembre 2018
Protesta sotto Palazzo Rosso: 194 volte senza paura!
Protesta sotto Palazzo Rosso: 194 volte senza paura!
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città (seconda parte)
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città (seconda parte)
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini