Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Cultura

Weekend culturale, viaggio nell'arte

Monet a Pavia e Kandinsky a Milano. Due esposizioni, due percorsi nell'arte suggeriti a chi avrà voglia di spingersi fuori provincia alla scoperta delle opere di due maestri della pittura
CULTURA - Natale è arrivato e passato in un lampo. Santo Stefano l’ha seguito a ruota e fino al cenone di San Silvestro basta mangiate. Ora, l’ideale sarebbe approfittare del fine settimana per concedersi qualche passeggiata. Perché non farne una nell’arte? Monet e Kandinsky sono protagonisti di due esposizioni ospitate rispettivamente dalle Scuderie del Castello di Pavia e nelle sale del Palazzo Reale di Milano.

La mostra dedicata ad uno dei maggiori esponenti dell’impressionismo francese da poco è stata prorogata al 2 febbraio 2014. Intitolata “Monet au cœur de la vie”, l’esposizione, a cura di Philippe Cros, raccoglie una selezione di opere provenienti da prestigiosi musei di tutto il mondo: dal Columbus Museum of Art, Stati Uniti, al Musée d’Orsay di Parigi, passando per altre importanti sedi internazionali.

Camminando tra le opere di Claude Monet, i visitatori potranno attraversare le tappe principali della sua produzione artistica dalla formazione fino alla grande maturità. Grazie alle preziose lettere, provenienti dal Musée des Lettres e de Manuscrits di Parigi ed esposte in mostra, si potrà dare uno sguardo alla vita del pittore, guardando ai suoi successi, agli incontri e ai momenti difficili che hanno costellato la sua vita, in un percorso di grande intensità emotiva finalizzato a conoscere l’uomo oltre l’artista.

Ha preso invece il via dal 17 dicembre, e durerà sino al 27 aprile, l’esposizione ospitata nelle sale di Palazzo Reale a Milano. In 80 opere da “La collezione del Centre Pompidou”, vengono percorsi i principali periodi creativi del russo Kandinsky. Milano, 16 dicembre 2013 – A partire dal 17 dicembre, nelle sale di Palazzo Reale si racconta il viaggio artistico e spirituale di uno dei pionieri dell’arte astratta: Vassily Kandinsky. La mostra segue i periodi principali della vita dell’artista, partendo dagli esordi in Germania, passando per gli anni in Russia e in Francia.

A dare il via al percorso espositivo è una sala con pitture parietali, studiata per gettare il visitatore in un ambiante che riesca a trasportarlo “fuori dallo spazio e dal tempo”. Ricreata nel 1977 dal pittore restauratore Jean Vidal, queste pitture sono state realizzate copiando fedelmente le cinque tempere originali eseguite da Kandinsky per decorare un salone ottagonale della Juryfreie Kunstausstellung, una mostra senza giuria che si svolse annualmente a Berlino tra il 1911 e il 1930.

Questi cinque pannelli a tempera sono da tempo entrati nella collezione del Pompidou. L’esposizione prosegue poi secondo un criterio cronologico, attraverso quattro sezioni, suddivise in otto sale: “A Monaco: 1896 – 1914”, “Di nuovo in Russia: 1914-1921”, “Gli anni del Bauhaus: 1921-1933” e “Parigi: 1933-1944”.

 
28/12/2013

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Case vuote, persone senza casa
Case vuote, persone senza casa
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Grave episodio a Tortona
Grave episodio a Tortona
Sindacati in piazza contro il Governo: tagli inaccettabili alle pensioni
Sindacati in piazza contro il Governo: tagli inaccettabili alle pensioni
Ex Simple Minds trascinatori della festa di Capodanno
Ex Simple Minds trascinatori della festa di Capodanno
Inaugurato il Bosco Rotariano
Inaugurato il Bosco Rotariano