Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Gavi

Un libro per riscoprire l'uso in cucina delle piante selvatiche

Anna Rivera, autrice del volume “Mangiare sano con le erbe”, che verrà presentato giovedì 30 luglio a Gavi, ha raccolto vecchie o antiche ricette dell'Appennino alessandrino per dimostrare che quello che un tempo era necessità oggi può rivivere offrendo moltissimo: sapori buoni e il piacere di stare a contatto con la natura.
GAVI - Un tempo l’utilizzo delle piante selvatiche in cucina era consuetudine e le nostre nonne sapevano quali piante utilizzare nelle preparazioni. Con il tempo, l’uso è praticamente scomparso, ma oggi l’argomento riscuote nuovamente interesse. Anna Rivera, autrice del volume “Mangiare sano con le erbe”, che verrà presentato giovedì 30 luglio a Gavi, ha raccolto vecchie o antiche ricette dell'Appennino alessandrino per dimostrare che quello che un tempo era necessità oggi può rivivere offrendo moltissimo: sapori buoni, tutti da riscoprire, un rapporto più sostenibile con l'ambiente e il piacere di stare a contatto con la natura.

Queste piante si raccoglievano in un momento della primavera in cui le scorte di cibo dell'inverno stavano finendo e le verdure dell'orto non erano ancora in produzione. Oggi questo ritmo delle stagioni è poco evidente, l'offerta al banco delle verdure è quasi uguale tutto l'anno; quale miglior insegnamento trarre dalla natura che usare piante che crescono spontaneamente nel momento in cui temperatura e umidità sono ideali? Anna ha anche una trentennale esperienza di raccolta e cucina con le piante spontanee alimentari che occupano interamente i menu di primavera nel suo agriturismo, a seconda del preciso momento della stagione; racconta di fare il menu guardando fuori dalla grande finestra della sua cucina. La tradizione locale e la sperimentazione con le erbe spontanee sono i due filoni che animano queste pagine, insieme al desiderio di diffondere e tramandare la “sapienza” antica, che si sta perdendo.

Le ricette riportate nel volume provengono, in gran parte, dalla tradizione piemontese o ligure, o più strettamente locali, raccolte in val Lemme e valle Scrivia, spesso ritoccate, in base alle esperienze fatte e a un uso più attento di zuccheri e grassi.
L'autrice vive e lavora dove comincia l'Appennino che divide Piemonte e Liguria, una zona marginale per l'agricoltura intensiva, ma, per questo, in gran parte incontaminata, dove la ricchezza delle varietà vegetali si conserva naturalmente.

Il volume di Anna Rivera, edito da ArabaFenice, sarà presentato questa sera alle ore 19.00 nell'Osteria del Molino a Gavi. Interverrà come ospite d’eccezione il critico cinematografico e conduttore del fortunato programma radiofonico “Hollywood Party”, Steve Della Casa. L’incontro è organizzato dall’Ordine Obertengo dei Cavalieri del raviolo e del Gavi.
30/07/2015
Lucia Camussi - l.camussi@ilnovese.info

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


StrAlessandria 2019
StrAlessandria 2019
'Canapa in Festival' a Borgo Rovereto, le immagini della prima edizione
'Canapa in Festival' a Borgo Rovereto, le immagini della prima edizione
Alessandria-Albissola 3-0, le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Albissola 3-0, le foto di Gianluca Ivaldi
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale