Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Tortona

Un ”Dialogo semplice” sulla guerra

Venerdì 27 febbraio a Palazzo Guidobono in scena gli studenti del liceo Peano. Immaginato proprio come una tranquilla chiacchierata tra amici, il Dialogo pone alcuni interrogativi universali ancora oggi validi di fronte a qualsiasi conflitto: perché la guerra? chi la vuole? da che parte sta la ragione?
TORTONA - Warum? Perché? Questa è la domanda che si sono posti alcuni studenti del Liceo Giuseppe Peano in occasione del centenario dell’entrata in guerra dell’Italia nel primo conflitto mondiale. Warum? Perché? Questa è la domanda che nel 1918 si posero dei giovani studenti austriaci, arruolatisi volontari, dopo aver vissuto le atrocità della trincea. Spronati dai loro insegnanti a combattere in difesa della patria, presto sperimentarono sulla loro pelle la brutalità della guerra, di fronte alla quale anche i più alti ideali vacillano: avevano solo 19 anni ed erano convinti di vivere una bella avventura…

Il Dialogo semplice, titolo del corto teatrale che verrà rappresentato venerdì 27 febbraio alle 18 a Palazzo Guidobono, è liberamente tratto dal romanzo di Erich Maria Remarque Im Westen nichts Neues (Niente di nuovo sul fronte occidentale). Immaginato proprio come una tranquilla chiacchierata tra amici, il Dialogo pone alcuni interrogativi universali ancora oggi validi di fronte a qualsiasi conflitto: perché la guerra? chi la vuole? da che parte sta la ragione?

La proposta di trasferire in corto teatrale il dialogo tra i sette studenti austriaci è giunta dall’attrice-regista Donata Boggio Sola della Compagnia teatrale Coltelleria Einstein, in accordo con le insegnanti della sezione linguistica del Liceo Peano Maria Paola Bidone, Silvia Ghislieri e Nicole Fardel. La pièce sarà rappresentata in due lingue, tedesco e italiano, e si inserisce nell’ambito delle manifestazioni volute dal Comune per ricordare la Prima Guerra Mondiale.

“Una bella occasione per vivere la lingua tedesca, facendola uscire dai banchi di scuola, e, insieme, per non dimenticare un doloroso momento della storia europea” affermano i 7 studenti-attori che frequentano la terza e la quarta classe del Liceo Linguistico, Lautaro Alvarez, Giada Campi, Sara Giacomin, Mark Markin , Lorenzo Palermo, Marina Pappalardo, e Davide Ravetta. L’ingresso è libero.
26/02/2015

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Case vuote, persone senza casa
Case vuote, persone senza casa