Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Sagre

Sabato 1 e domenica 2 c’è Regionando

Una festa unica nel suo genere che racconta la storia, quella di San Salvatore Monferrato e nel contempo dell'Italia. Sabato sera, nel corso della prima serata, il conferimento ufficiale De.Co alla Pro loco Vivacittà che da anni organizza e gestisce l’evento.
E' raro trovare una denominazione comunale dedicata ad una festa, ma ancor più ad una festa che non sia legata ad un prodotto tipico. Allora perché la De.Co. a Regionando? Perché si tratta di una festa unica nel suo genere che racconta una storia, quella di San Salvatore Monferrato e nel contempo, la storia dell'Italia.
Regionando è uno spaccato dell'Italia dell'immigrazione da Sud e dal Triveneto che si mantiene legata alle sue radici proprio grazie alla cucina. Ma Regionando è anche una festa "storica" che proprio quest'anno diventa maggiorenne: la prima edizione risale al 1994. Oggi le Regioni rappresentate sono quattordici, quanti sono i territori di provenienza dei “nuovi” cittadini di San Salvatore: dalla Campania alla Calabria fino alla Sicilia, all'Umbria e alla Toscana.
Il sindaco Corrado Tagliabue: “Regionando è nata allo scopo di valorizzare una delle peculiarità che della comunità sansalvatorese. Oltre ad essere una festa di successo, essa rappresenta in pieno la storia dell’immigrazione interna in Italia, dal dopoguerra ad oggi. Conferire la De.Co. ad una delle più note sagre del territorio, significa valorizzare gli effetti di un fenomeno sociale di primaria importanza, sottolineando l’arricchimento che ha prodotto nella società. Regionando, è un felicissimo esempio di integrazione, come del resto il recente gemellaggio con il comune campano di Agerola”.
"Il valore di una De.Co. - scrive il giornalista Paolo Massobrio nella prefazione del libro De.Co. la carta d'identità del sindaco - è quello di fissare in un dato momento storico ciò che identifica quel comune". Ed ora, nell'anno 2012, l'identità di un comune radicato nella cultura monferrina come San Salvatore è anche composta dalle genti che ne hanno creato il volto attuale. "Se si può parlare di tradizione come di innovazione ben riuscita - aggiunge Fabio Molinari, responsabile De.Co. per il Club di Papillon - allora la cucina tradizionale di un paese che ha goduto di una forte immigrazione come San Salvatore è quella che ha in sé elementi campani, siciliani, veneti. E' il primo embrione della contaminazione che oggi caratterizza la cucina a livello mondiale". Proprio per questo Regionando, che l'anno scorso ha festeggiato al meglio i 150 dell'Unità nazionale, oggi può essere considerata come un patrimonio di San Salvatore e dei suoi cittadini.
Il conferimento avverrà nel corso della serata di sabato 1° settembre sul palco della festa alla presenza delle autorità cittadine, il sindaco Corrado Tagliabue, il presidente della commissione De.Co. Assessore Enrico Diana, il presidente della pro loco Vivacittà, Giovanni Fusco.
La proloco Vivacittà, che organizza la festa da circa dieci anni, ha brevettato la sagra Regionando, al fine di tutelarne l’originale formula.

L’edizione 2012
Ecco il menù, regione per regione: Calabria: bruschette - stoccafisso alla calabra - dolci tipici(zeppole). Sardegna: gnocchetti sardi – seadas - pane carasau(con salame e formaggio) - dolci tipici. Liguria: trofie al pesto genovese - fritturadi pesce - fugasette - dolci tipici (crostata). Piemonte: agnolotti con sugo di stufato - gran misto piemontese (testina, lingua, cotechino, lumache, brasato, tonno di coniglio) - dolci tipici (salame al cioccolato). Veneto: pastaefagioli - polentae baccala’ - dolci tipici (pintha veneta). Campania: paccheri - salsiccia e funghi - gnocchi alla sorrentina - friarielli con salsiccia - dolci tipici (pastiera - babà - sfogliatella). Toscana: cacciucco - calamari ripieni - dolci tipici (cantucci con vin santo). Umbria: crostini di pollo - vincisgrassi di foligno – torta di formggi con salumi - dolci tipici (rocciata). Emilia Romagna: gnocco fritto con salumi (crudo di parma-culatello) – piadina romagnola (crudo e squacquerone) – piadina romagnola (alla nutella). Lombardia: pizzoccheri della valtellina - carpaccio di bresaola - dolci tipici (strudel). Puglia: orecchiette minchiareddi - melanzane ripiene - polpette pugliesi - dolci tipici (pasticciotto). Sicilia: maccheroni alla siciliana (con melanzane,pinoli,scamorza,pomodori,carne tritata) - Arancini di riso - cassata siciliana - cannoli siciliani
Intrattenimento musicale: Sabato sera Paolo Bagnasco(liscio e danzanti); domenica sera Baraonda Meridionale (musiche della tradizione riviste in chiave moderna e ballabili) e Cinzia Belli (liscio e danzanti).
31/08/2012

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


StrAlessandria 2019
StrAlessandria 2019
'Canapa in Festival' a Borgo Rovereto, le immagini della prima edizione
'Canapa in Festival' a Borgo Rovereto, le immagini della prima edizione
Alessandria-Albissola 3-0, le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Albissola 3-0, le foto di Gianluca Ivaldi
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale