Fubine

“Monferrato SottoSopra”: un territorio, due modi di scoprirlo

Gli infernot del Monferrato, entrati ufficialmente a far parte del Patrimonio Unesco da qualche anno, protagonisti in esclusiva dell’ondata di #invasionidigitali,che si terrà domenica 30 aprile
FUBINE - Un’eccellenza del territorio piemontese, entrata ufficialmente a far parte del Patrimonio Unesco da qualche anno, è protagonista in esclusiva dell’ondata di #invasionidigitali,che si terrà domenica 30 aprile alle 9,30 . Un nuovo modo di osservare panorami, visitare borghi storici, gustare sapori locali, unendosi alla novità di un team work di giovani “Esci e Vivi” a capo dell’evento.

Protagonista è Fubine Monferrato, paese dalla storicità medievale, immerso fra i primi colli del Monferrato Casalese, e i suoi tradizionali “infernot”,, un termine che richiama alla tradizione locale, alla vita contadina, ad un passato divenuto presente, oggi visitabile e rintracciabile materialmente. Gli infernot sono autentici esempi di “architettura nostrana” eseguiti da maestri della “pietra da cantone”, ovvero la roccia arenaria che arricchisce il sottosuolo, scavata a mano per creare cantine sotterranee legate alla conservazione dei vini.

Un itinerario, dalle 9:30 alle 13:30, guiderà i partecipanti in vari punti dell’abitato: nel centrale Info Point, sarà possibile ritirare la locandina dettagliata per la vostra visita e i giovani racconteranno le storie locali, faranno vivere gli scenari che il territorio offre, faranno gustare i sapori di questa terra: dall’albore del sole fino al suo tramonto.

La partecipazione è gratuita, prenotazioni su questa pagina: www.invasionidigitali.it/invasione/monferrato-sottosopra-vivigliinfernotdigitali/

29/04/2017
Redazione - redazione@alessandrianews.it