Alessandria

Milano intitola una scuola a Umberto Eco

Neppure il semiologo mandrogno stato profeta in patria: se Alessandria aveva negato l'intitolazione del suo vecchio liceo classico, Milano ha deciso di chiamare 'Umberto Eco' un istituto comprensivo
 ALESSANDRIA - Nel testamento morale Umberto Eco aveva chiesto che per dieci anni dalla sua dipartita non si celebrasse il suo nome, in alcun modo. Invece serate, simposi, presentazione di libri, omaggi d'ogni genere si sono susseguiti fin da subito, senza dar tanto peso alle ultime volontà del semiologo alessandrino. Richiesta forse impossibile da esaudire, proprio per la grandezza del personaggio, celebrato in patria come all'estero.

Così qualche mese fa si era avanzata l'ipotesi di cambiare il nome al suo vecchio liceo classico: il Saluzzo-Plana prenda il nome dell'illustre mandrogno. La Giunta aveva invece risposto di no, la scuola superiore non si tocca. Per Umberto Eco - è stata la motivazione ufficiale - si troverà un altro luogo della toponomastica o dell'architettura più adatto a lui. Che per ora non si è voluto o potuto ancora trovare.

Ci ha pensato Milano a chiamare l'istituto comprensivo statale di piazza Sicilia scuola Umberto Eco. L'idea partita dallo stesso istituto ha trovato questa volta il favore della giunta meneghina con la seguente motivazione: “una figura di grande rilievo nel panorama nazionale e internazionale, un uomo che ha saputo portare il prestigio della cultura italiana nel mondo”. 
30/01/2018
Redazione - redazione@alessandrianews.it