Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Novi Ligure

La Resistenza fa tappa alla Festa dell'Unità

Domani la presentazione del volume “1926: attentato al Duce. Storia di uno strano documento” di Maria Angela Damilano. Giovedì una riflessione sulle vicende della guerra di Liberazione nel nostro territorio a settant’anni da quel cruciale 1945
NOVI LIGURE – Entra nel vivo il programma della Festa dell’Unità che ogni sera, fino al 5 luglio, terrà compagnia ai novesi. L’appuntamento con il buon cibo e la buona musica è allo stadio comunale. Per soddisfare tutti i palati la Festa dell’Unità quest’anno si è fatta in tre: tre ristoranti al coperto in grado di offrire tanti differenti menu.

Al “Girardengo” tengono banco il ristorante “tradizionale” (con gli agnolotti di Tagliolo, le torte di Bosio, i salumi di Giuliano, i formaggi locali e tante altre specialità da scoprire), “l’osteria del pesce fritto” (con i piatti di chef Mauro come le cozze alla marinara, il fritto misto, il baccalà e i cartocci di pesce e verdure) e “la braceria”, dove la carne alla brace la fa da padrone. Il tutto innaffiato dai vini tipici della zona e dalla birra di Pasturana.
Sempre rimanendo in ambito gastronomico, sono previste anche alcune serate con menu speciale (questa sera maialino alla brace, domani bollito misto).

Novi ospiterà la Festa dell’Unità fino a domenica 5 luglio e tutte le sere – oltre al cocktail bar, al ballo latino americano, alla libreria – sarà possibile divertirsi in pista con orchestre e musicisti. Questa sera, martedì 30 giugno, appuntamento con Valentina Valenti. Domani, mercoledì 1° luglio, tutti in pista a ballare con Marco di Radio Zeta. Giovedì 2 luglio appuntamento con Alida e la sua band mentre venerdì 3 luglio sul palco salirà “La premiata band”. Sabato 4 luglio toccherà ai “Mondo di notte” e domenica 5 luglio grande chiusura con la fisarmonica di Paolo Bagnasco.

Ma la Festa dell’Unità è anche cultura e politica: domani sera (ore 21.00), presentazione del volume di Maria Angela Damilano dal titolo “1926: attentato al Duce. Storia di uno strano documento” (edizioni Epoké). Insieme all’autrice interverranno Lorenzo Robbiano e Andrea Vignoli.
Dopodomani, giovedì 2 luglio, sempre alle 21.00, riflessione sulle vicende della Resistenza nel nostro territorio a settant’anni dalla Liberazione con l’iniziativa “E poi venne la Libertà…”. Introdotti dal vicepresidente dell’Isral Mariano Santaniello, interverranno il senatore Daniele Borioli, il docente universitario Pier Maria Ferrando e il partigiano Pasquale Cinefra, presidente provinciale dell’Anpi.
30/06/2015

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani