Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

“L’arte non è cosa nostra, lo stato dell’arte” in Italia e le ragioni di Vittorio Sgarbi

Vittorio Sgarbi, critico d’arte e curatore del Padiglione Italia alla Biennale di Venezia di quest’anno ha presenziato al vernissage di “L’arte non è cosa nostra, lo stato dell’arte” presso il Palazzo del Monferrato ad Alessandria, prestigiosa sede del padiglione regionale Piemonte della Biennale.
Vittorio Sgarbi, acuto critico d’arte e curatore del padiglione Italia alla Biennale di Venezia di quest’anno, è stato presente al vernissage di “L’arte non è cosa nostra, lo stato dell’arte” tenutosi presso il  Palazzo del Monferrato ad Alessandria, prestigiosa sede del padiglione regionale Piemonte della Biennale. “Alla fine del percorso della Biennale di Venezia -spiega Sgarbi- si potranno contare le opere di duemilacinquecento artisti, tra cui tanti fotografi, ceramisti, designer, pittori, scultori. In quanto al Padiglione regionale Piemonte, nel progetto iniziale era prevista come unica sede Torino, ma per mancanza di disponibilità di spazio, abbiamo allargato il padiglione piemontese anche ad Alessandria e Saluzzo". Alessandria è stata scelta come sede dell'importantissimo padiglione in virtù del profondo legame storico e culturale e del ruolo preminente di questa città nell’Unità d’Italia. "Queste prestigiose sedi sono state scelte per esporre complessivamente centotrenta artisti, che sono un numero limitato, ma capace di restituire una realtà degli ultimi dieci anni degna di corrispondere al vero, o parzialmente al vero. L’ ultima mostra sarà a Torino, un padiglione di trecento artisti italiani, non soltanto piemontesi – spiega Sgarbi – che  sarà una scelta di vari segnalatori, intenditori o meno di arte, mentre a Venezia il 30 settembre verrà inaugurato un padiglione di arte sacra".
“Il comitato scientifico incaricato dell’allestimento di questa mostra si è proposto di unire gli artisti del nostro territorio in un percorso virtuale, attraverso i colori del nostro tricolore, quindi il bianco, il rosso e il verde, ma non la bandiera in sé raffigurata, - ha spiegato Sabrina Raffaghello, una delle curatrici di questa esposizione - perché la mostra si snoderà attraverso una variante cromatica che concettualmente permetterà di attraversare e di unire, attraverso l’arte, l’Italia e Alessandria alla Biennale di Venezia”. Mario Fallini, Piero Mega, Mario Soldi, Vittore Fossati, Mara Mayer, Carlo Cane sono alcuni degli artisti ospitati nella sede del Palazzo Monferrato.
26/09/2011
Marie Christine Selea - redazione@alessandrianews.it

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Case vuote, persone senza casa
Case vuote, persone senza casa
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Grave episodio a Tortona
Grave episodio a Tortona
Sindacati in piazza contro il Governo: tagli inaccettabili alle pensioni
Sindacati in piazza contro il Governo: tagli inaccettabili alle pensioni
Ex Simple Minds trascinatori della festa di Capodanno
Ex Simple Minds trascinatori della festa di Capodanno
Inaugurato il Bosco Rotariano
Inaugurato il Bosco Rotariano